Pizz&Cò, la pizza che si mangia come un cono gelato

Pizz&Cò
Pizz&Cò

Nel weekend sono stata a Scalea, in Calabria, sulla costa tirrenica dell’alto cosentino. Scalea è una nota città balneare che si trova nella riviera dei cedri che prende questo nome per il succoso frutto che qui trova il suo habitat naturale.

Frequento la costa tirrenica della Calabria da tanti anni e, nonostante ritenga che possa essere un vanto dell’intera regione tutta le riviera se fosse amministrata con una maggiore accortezza, devo convenire sul fatto che questo specchio di mare diventa sempre più bello.

Girovagando per le strade di Scalea, mi sono imbattuta in un punto di ristoro con un prodotto molto particolare: Pizz&Cò, un marchio che nella cura mi ricorda tanti altri della ristorazione e che, come poi confermatomi, ben evidenzia il prodotto made in Italy. Ma l’attore protagonista, questa volta, del pranzo veloce è la pizza servita in un modo del tutto particolare.

Il perché Pizz&Cò mi ha ispirato questo post si trova nell’originalità dell’idea: la pizza a mo’ di cono gelato. All’interno di un cono, rigorosamente realizzato con pasta di pizza alla napoletana, è possibile scegliere il tipo di condimento, proprio come un gelato. Si va dalla classica margherita a gusti più complessi.

Il mio scetticismo sull’effettiva bontà del prodotto è stato spazzato via dopo aver dato il primo morso: Pizz&Cò è la pizza che non aveva mai mangiato prima e che, almeno per ora, è possibile degustare solo nel punto vendita di Scalea anche se, come mi è stato confermato dai due imprenditori napoletani inventori di questo nuovo marchio e prodotto fast food, l’auspicio è che presto Pizz&Cò vada oltre i confini nazionali.

Un nuovo modo di mangiare la pizza che, anche se servita in modo veloce e in modo mai visto fino ad oggi, non perde il gusto particolare. Il trucco è nell’impasto morbido della pasta per pizza alla napoletana ma soprattutto nell’idea e nell’originalità che ai due fratelli napoletani, davvero non è mancata.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione ROMA iscriviti alla nostra newsletter
Informazioni su Anna Bruno 351 Articoli
Anna Bruno è giornalista professionista, muove i suoi primi passi come cronista a “La Gazzetta del Mezzogiorno”. Successivamente collabora con gli specializzati in viaggi (travel e food), tra i quali “Viaggi e Sapori” e “Gente Viaggi” e i maggiori magazine di tecnologie. Nel 1998 fonda l’agenzia di comunicazione e Digital PR “FullPress Agency” che edita, dal 2001, FullTravel.it, magazine di viaggi online e VerdeGusto, magazine di food & wine, dei quali è direttore responsabile. Appassionata di fuori rotta, spesso si perde in nuovi sentieri, tutti da esplorare. È autrice di “Chat” (Jackson Libri, Milano, 2001), “Viaggiare con Internet” (Jackson Libri, Milano, 2001), “Comunità Virtuali” (Jackson Libri, Milano, 2002), “Digital Travel” (Dario Flaccovio Editore, Palermo, 2020),  “Digital Food”  (Dario Flaccovio Editore, Palermo, 2020) e dell’e-book “Come scrivere comunicati efficaci”. È delegata dei giornalisti di viaggio delle Marche-Umbria-SUD del GIST (Gruppo Italiano Stampa Turistica). Digital Travel & Food Specialist, relatrice in eventi del settore turistico e food e docente in corsi di formazione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*