Pistoia sarà Capitale italiana della Cultura 2017

Scelta la prossima Capitale italia della Cultura: nel 2017 lo scettro sarà di Pistoia.

Pistoia - Palazzo dei VescoviPistoia - Palazzo dei Vescovi

Mentre si susseguono gli interessanti programmi e gli eventi culturali a Mantova – in quanto attuale Capitale italiana della Cultura – presso il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo in queste settimane si è molto lavorato per designare la prossima città ad ottenere questo ambito riconoscimento.
Ieri il ministro Dario Franceschini ha comunicato ufficialmente la decisione: Pistoia sarà la Capitale italiana della Cultura 2017.
La località toscana è stata dunque scelta, ini lizza con altre otto motivatissime città: nella competizione rientravano infatti anche Aquileia, Como, Ercolano, Parma, Pisa, Spoleto, Taranto e Terni.
L’iniziativa anche quest’anno ha portato le varie amministrazioni interessate dalla candidatura a stilare programmi culturali di grande spessore: un segnale senza dubbio importante e molto significativo che rende conto dalla molteplicità dell’offerta italiana.
Una vitalità oggi più che mai portata alla ribalta proprio da progetti ministeriali di questo genere, certamente stimolanti oltre che “rinvigorenti” dal punto di vista economico.
L’elezione a Capitale italiana della Cultura 2017 porterà infatti nelle casse della città di Pistoia un milione di euro in arrivo dalle casse centrali dello Stato, quale contributo per la messa in opera delle molte attività connesse all’anno speciale che si appresterà a vivere Pistoia.

Logo Capitale italiana della Cultura 2017Logo Capitale italiana della Cultura 2017

Tre i criteri per i quali si è preferito scegliere Pistoia rispetto alle seppur meritevoli altre località: dal Ministero competente si è fatto sapere che si è prediletta la qualità dal punto di vista informativo del dossier presentato dall’amministrazione cittadina per la candidatura ufficiale.
Ancora, si è apprezzata la significatività del progetto ed infine è stata valutata positivamente la sostenibilità dell’iniziativa nella sua totalità.
Un grande traguardo, un importante riconoscimento e chiaramente anche una grande responsabilità per Pistoia.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Pistoia Toscana iscriviti alla nostra newsletter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*