Offerte vacanza per Pasqua e per i Ponti di Primavera

Grazie alle offerte del vettore Transavia, con partenza da dieci aeroporti italiani, è possibile raggiungere la Francia, l'Olanda e la Baviera nel periodo di Pasqua e dei Ponti di Primavere (25 Aprile e 1 Maggio) a prezzi molto convenienti.

Flower Parade Lichtenvoorde Leidseplein, Amsterdam ©Foto Guus Schoonewille
Flower Parade Lichtenvoorde Leidseplein, Amsterdam ©Foto Guus Schoonewille

Sommario

Le offerte vacanze primaverili di Transavia raggiungono l’Olanda, con la sua fioritura di tulipani, la Francia sulla “via en rose” di Parigi e le spiagge della Normandia, la Baviera, regione molto vivace della Germania.

Non resta che scegliere tra le numerose offerte del vettore, a seconda dei propri gusti ed esigenze.

In Olanda, tra tulipani e ciclabili

Tulipani, fiori e bulbi

Da metà marzo a maggio l’Olanda, con la fioritura di crochi, narcisi, giacinti e – naturalmente – dei meravigliosi tulipani, diventa un immenso, coloratissimo giardino. Da Amsterdam si raggiungono facilmente il Noordoostpolder e la costa olandese da Alkmaar a nord fino all’Aja a sud entrambe famose per le coltivazioni di tulipani. Keukenhof – forse il parco botanico più famoso al mondo – a soli 30 minuti dalla capitale, presenta 32 ettari di superficie, 7 milioni di bulbi e 15 chilometri di passeggiate. Il tema del parco di quest’anno? L’avvincente design olandese (23.03 – 21.05.2017).

Spiagge, paesini e canali in bicicletta

Voglia di mare, aria corroborante e corse in bicicletta sulle dune? Scheveningen, nei pressi dell’Aja, sprigiona tutto il fascino delle località balneari affacciate sul mare del Nord, ed invita a divertirsi e a rilassarsi all’aria aperta, per poi concludere in bellezza la giornata con un delizioso spuntino accompagnato da un drink sul lungomare, o con una visita al casinò. Un altro tour per gli amanti della pedalata è quello che si può fare fra i mulini di Zaanse Schans, paesino-cartolina a nord di Amsterdam. Ma anche nella stessa capitale non mancano le occasioni per andare in bicicletta, sfrecciando sugli affollati canali, o magari percorrendo la “buitenplaatsenroute” (l’itinerario delle tenute padronali) attorno ad Amsterdam per scoprire bellissime ville e tenute olandesi.

Da Mondrian al design olandese

Nel 2017 l’Olanda celebra il tema “da Mondrian al design olandese” e i 100 anni dalla fondazione del movimento De Stijl. Un’occasione per visitare all’Aja il Gemeentemuseum, che conserva la collezione di opere di Mondrian più vasta al mondo, e che espone per la prima volta simultaneamente 300 pezzi all’interno della mostra “Mondrian & De Stijl” (03.06. – 24.09.2017). Amersfoort è il paese in cui nacque Mondrian: la casa natale dell’artista è oggi un museo a lui dedicato, che riaprirà dopo una complessa restaurazione il 17 marzo. Chi è curioso di saperne di più sulla fondazione della corrente De Stijl potrà visitare la deliziosa città di Leida, vicinissima all’Aja: è qui che cento anni fa, nel 1917, Theo van Doesburg e Piet Mondrian diedero vita alla rivista “De Stijl” specchio dell’omonimo pensiero artistico.

Gli aeroporti di Transavia per l’Olanda

Transavia vola da Bari, Catania, Napoli, Olbia, Palermo, Pisa, Torino e Verona per l’aeroporto Amsterdam Schipol, e da Roma Fiumicino per l’aeroporto di Rotterdam-L’Aja. La compagnia inaugura inoltre nella primavera 2017 i collegamenti da Venezia (6 aprile) e Pisa (14 aprile) per l’aeroporto di Rotterdam-L’Aja. Inoltre, Amsterdam e le città di Rotterdam e dell’Aja sono collegate da frequenti corse in treno di circa 30 minuti. Voli Transavia a partire da 29€ a tratta, tasse e spese incluse. Per informazioni e prenotazioni: www.transavia.com

Parigi: giardini, impressionisti e fughe in Normandia

La vie en rose all’aria aperta

Il sole fino a sera inoltrata, un clima gentile e gli alberi in fiore: la primavera a Parigi è magica e invita a passare lunghe ore all’aria aperta. E un must delle belle giornate sono i bellissimi giardini della capitale: perché non perdersi tra i Giardini delle Tuileries, come già faceva Caterina de Medici, al Jardin du Luxembourg – ispirato ai giardini di Boboli a Firenze – o spingersi fino al Bois de Boulogne, così spesso ritratto nelle opere di artisti come Manet e Renoir, e nei romanzi di Proust, Zola e Flaubert.

Primavera impressionista

La primavera, con i suoi fiori, i colori sgargianti e una natura meravigliosa, è stata uno dei temi preferiti dei pittori espressionisti. E a Parigi, per scoprire la primavera immortalata da artisti come Monet, Cézanne e Manet, bisogna assolutamente visitare il Musée d’Orsay,  l’Orangerie e il Musée Marmottan. E dopo una scorpacciata di cultura è d’obbligo una passeggiata a Montmartre, dove anche Renoir e Degas amavano sostare, per concludere la serata in un romantico locale.   

Da Parigi alla costa di Normandia

Cosa fanno i parigini nei fine-settimana di primavera? Se possono, partono per la Normandia: in poco più di un’ora e mezza di treno ci si trova sulle grandi spiagge della costa settentrionale francese, a sorseggiare un caffè a Trouville-sur-Mer e a Deauville, o a passeggiare lungo il pittoresco porticciolo di Honfleur, che vanta anche bellissime case a graticcio e una famosa chiesa normanna. Chi si avventura più a ovest, sulla costa, potrà scoprire il Mont Saint Michel e Saint Malò, in Bretagna.

Gli aeroporti di Transavia per Parigi

Transavia vola da Catania, Napoli, Palermo, Venezia e Verona all’aeroporto di Parigi Orly e da Venezia all’aeroporto di Nantes, tra Loira Atlantica e Bretagna, a partire da 30€ a tratta, tasse e spese incluse.

Octoberfest., Monaco di Baviera - Oktoberfest in notturna, Baviera - BAYERN TOURISMUS Marketing GmbHOctoberfest., Monaco di Baviera - Oktoberfest in notturna, Baviera - BAYERN TOURISMUS Marketing GmbH

A Monaco di Baviera per visitare i castelli e arte

Verde primavera all’Englischer Garten

Per correre o passeggiare, riprendersi dal tran-tran cittadino o distendersi al sole. L’Englischer Garten di Monaco è un immenso parco nel cuore della città – uno dei parchi cittadini più grandi al mondo. Nel laghetto Kleinhesseloher See si può fare un romantico giro in barca a remi, mentre le acque tumultuose del fiume Eisbach sono domate dai surfisti. Per una pausa di relax, a Monaco è d’obbligo fermarsi in un Biergarten: il più grande all’interno dell’Englischer Garten è quello nei pressi della Torre Cinese, con 7.000 posti immersi nella natura. Chi ha voglia di uscire dalla città per godersi prati, boschi e laghi, infine, a Monaco non ha che l’imbarazzo della scelta: lo Starnbergersee, l’Ammersee e il Tegernsee si trovano tutti a una mezz’ora o un’ora di distanza dal centro, raggiungibili anche con i mezzi pubblici.

A caccia di artisti a Schwabing

Vicinissimo al centro ma con una sua forte identità, a poca distanza dall’Englischer Garten e dalle vie dello shopping, ma tranquillo e a tratti silenzioso – il quartiere di Schwabing è tra i luoghi di residenza più ambiti del capoluogo bavarese e conserva ancora il suo lato bohèmien. All’inizio del ‘900 Schwabing era il centro artistico della Germania, e in poche centinaia di metri si possono trovare, ad esempio, l’atelier di Paul Klee, l’appartamento dove Thomas Mann scrisse parte dei Buddenbrook, le case di Rainer Marie Rilke e di Kandinsky. Tra un tour artistico-letterario e l’altro ci si può fermare in uno dei numerosi locali all’aperto per una fetta di torta e un caffè al sole di primavera – come fanno del resto gli abitanti di Schwabing in questa stagione. E per concludere la serata in maniera diversa si può scegliere la programmazione d’essai del cinema ABC Kino, in Herzogstrasse 1.

I castelli di Ludwig II in Baviera

Un tour da favola a sud di Monaco? E’ quello che si può fare visitando i castelli di Ludwig II, figura romantica ed eccentrica, poi monarca deposto e dichiarato folle, e oggi famoso soprattutto per le fiabesche residenze che si fece costruire.  Neuschwanstein, a Schwangau, fortezza di stampo romanico con elementi gotici e bizantini, sarebbe per molti la fonte di ispirazione del castello de La Bella Addormentata nel Bosco di Disney. Linderhof, nei pressi di Oberammergau, è un gioiello neo-roccocò dagli eleganti giardini, mentre il castello di Herrenchiemsee, al centro del lago Chiemsee, è una replica di Versailles.

Gli aeroporti di Transavia per Monaco di Baviera

Transavia vola a Monaco di Baviera da Napoli, Catania e Palermo a partire da 39€ a tratta, tasse e spese incluse.

Transavia, alcune informazioni sul vettore

Transavia, parte del gruppo Air France / KLM, offre dalle sue sei basi in Olanda e Francia voli di linea e charter verso 110 destinazioni in Europa e Nord Africa. Transavia, fondata nel Paesi Bassi nel 1965, può contare su 50 anni di operatività ed è la compagnia low-cost conveniente ed accessibile in Europa che si caratterizza per lo stile attento e cordiale, il servizio e l’attenzione al digitale. Transavia offre biglietti a tariffe convenienti per i viaggiatori sia leisure che business, abbinati a servizi aggiuntivi opzionali a pagamento. Transavia trasporta circa 11,5 milioni di passeggeri all’anno ed opera con una flotta moderna e attenta all’ambiente. In Olanda la compagnia aerea vola dagli aeroporti di Amsterdam Schiphol, Rotterdam/L’Aia, Eindhoven e Groningen; in Francia Transavia  opera da Parigi, Nantes e Lione. In Italia, Transavia serve gli aeroporti di Bari, Bologna, Catania, Napoli, Palermo, Pisa, Roma, Venezia, Verona e Olbia.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione PARIGI iscriviti alla nostra newsletter
Informazioni su Anna Bruno 351 Articoli
Anna Bruno è giornalista professionista, muove i suoi primi passi come cronista a “La Gazzetta del Mezzogiorno”. Successivamente collabora con gli specializzati in viaggi (travel e food), tra i quali “Viaggi e Sapori” e “Gente Viaggi” e i maggiori magazine di tecnologie. Nel 1998 fonda l’agenzia di comunicazione e Digital PR “FullPress Agency” che edita, dal 2001, FullTravel.it, magazine di viaggi online e VerdeGusto, magazine di food & wine, dei quali è direttore responsabile. Appassionata di fuori rotta, spesso si perde in nuovi sentieri, tutti da esplorare. È autrice di “Chat” (Jackson Libri, Milano, 2001), “Viaggiare con Internet” (Jackson Libri, Milano, 2001), “Comunità Virtuali” (Jackson Libri, Milano, 2002), “Digital Travel” (Dario Flaccovio Editore, Palermo, 2020),  “Digital Food”  (Dario Flaccovio Editore, Palermo, 2020) e dell’e-book “Come scrivere comunicati efficaci”. È delegata dei giornalisti di viaggio delle Marche-Umbria-SUD del GIST (Gruppo Italiano Stampa Turistica). Digital Travel & Food Specialist, relatrice in eventi del settore turistico e food e docente in corsi di formazione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*