Musei gratis per bambini, anche extracomunitari

Nuovo provvedimento da parte di Massimo Bray, ministro per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo: rendere l'accesso ai musei gratis anche per i bambini extracomunitari.

Il ministro per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo Massimo Bray ha deciso di rendere i gratuiti gli accessi ai musei per tutti i bambini.
Sembrerebbe una prassi normale e consolidata, una “banalità” o una notizia di poco conto ma invece questa decisione va a colmare una sorta di vuoto andatosi a creare – molto probabilmente anche in maniera del tutto involontaria – fino ad oggi.
Allo stato attuale, infatti, i bambini potevano entrare nei musei gratis solo se cittadini di paesi appartenenti all’Unione Europea, così come prescritto dal decreto ministeriale n° 507 del 1997.
Una situazione che il ministro Bray ha deciso di modificare, rendendo i musei italiani aperti e gratuiti per tutti i bambini, a prescindere dalla provenienza geografica.
Sebbene manchi dunque ancora la precisa e specifica normativa di riferimento, in una nota diramata dall’ufficio stampa del MiBac si legge che “il Ministro ha dato disposizione a tutti gli uffici del dicastero di recepire immediatamente queste valutazioni, consentendo così l’entrata gratuita nei musei statali anche ai minori extracomunitari“.
Una buona notizia, dunque, per tutte le famiglie in vacanza in Italia o per chi ospita amici provenienti dall’estero che desiderano visitare i musei italiani di interesse, con bambini al seguito.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione ROMA iscriviti alla nostra newsletter