Mostra su Hitler a Berlino: molte le proteste

Berlino dà il via ad una mostra su Hitler ospitata nel Museo di Storia Tedesca. La mostra si intitola Hitler e i tedeschi - Collettività nazionale e crimine e sarà visitabile per circa 4 mesi, non senza aver già suscitato aspre proteste.

Arriva in Germania, precisamente al Museo di Storia Tedesca a Berlino, una mostra su Hitler: “Hitler e i tedeschi – Collettività nazionale e crimine” apre i battenti venerdì 15 ottobre e sarà visitabile fino al 6 febbraio 2011.
Esaltazione del personaggio? Retrospettiva storica? Quali sono i punti dai quali è partita l’organizzazione di questa mostra che sta già suscitando accese polemiche? A spiegarlo è Hans-Ulrich Thamer, uno degli storici che ha curato l’esposizione e che informa che la mostra mira a spiegare “per quale motivo un uomo insignificante come Adolf Hitler, vissuto nell’anonimato per oltre 30 anni, senza aver compiuto studi particolari, con esperienze politiche particolari, ha potuto trasformarsi in messia“.
Già ci si chiede se la mostra verrà inquadrata da tutti così o se, al contrario, nostalgici e invasati non la troveranno un’esposizione di esaltazione della figura di Hitler. Sempre gli organizzatori ribattono anche a questo: “Quello che vogliamo spiegare non è tanto come la personalità di Hitler abbia potuto corrompere milioni di persone, quanto invece i meccanismi di adesione, di mobilitazione delle masse, ma anche di esclusione, che messi assieme hanno tessuto la relazione fra il Fuehrer e la popolazione“.
D’altro canto, c’è anche il timore degli organizzatori circa le sorti delle opere in mostra: si temeno infatti danneggiamenti, come accaduto già in passato, ad esempio alla statua di cera di Hitler presso il museo di Madame Tussauds.
A tal proposito sono state predisposte opportune misure di sicurezza, oltre che una disposizione di tele, statue e foto in posizione non canonica, ad esempio di traverso: in questo modo si spera di evitare il fenomeno di foto di dubbio gusto, in posa al fianco delle opere.
La mostra su Hitler raccoglie più di 400 foto, un migliaio tra oggetti e libri di propaganda, busti e statue.
Si attendono reazioni: come verrà accolta dai visitatori? In che termini se ne parlerà a mostra conclusa? Di certo l’argomento è scottante, visto che il nazismo e ciò che ha tristemente comportato è ancora una ferita aperta nella coscienza collettiva.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione ROMA iscriviti alla nostra newsletter