Mostra Klimt a Milano, fregio di Beethoven in esposizione

La mostra "Gustav Klimt, disegni intorno al fregio di Beethoven" porta a Milano un pizzico della geniale creatività del maestro della pittura, per festeggiarne il 150esimo anniversario dalla nascita.

Il 2012 è l’anno di Gustav Klimt: se a Vienna gli eventi e le mostre a lui dedicate sono numerosissime, l’Italia non manca all’appuntamento per celebrare il 150esimo anniversario dalla nascita, tributandogli la prima mostra in ordine di tempo: “Gustav Klimt, disegni intorno al fregio di Beethoven” a Milano.
Aperta lo scorso 4 febbraio potrà essere visitata fino al 6 maggio, presso lo Spazio Oberdan.
Il pezzo forte dalla mostra è la riproduzione di un porzione particolare del fregio di Beethoven: è questo il fulcro e l’elemento fondante l’esposizione, sebbene tutto intorno sia stata intessuta una fitta e ragionata trama di manifesti e altre opere che fanno da giusta cornice all’opera principale.
Oltre dunque ai disegni originali del fregio di Beethoven è possibile soffermarsi sull’esposizione di alcuni numeri di “Ver Sacrum“, la rivista degli artisti e degli intellettuali della Secessione viennese.
Ancora, ecco i manifesti realizzati da Stolba, Moser, Hoedler e Roller, il tutto a testimonianza di quella forte ondata di rivoluzione avvenuta nei caffè di Vienna in nome dell’Arte Totale (Gesamtkunstwerk), dove ogni fermento artistico avrebbe dovuto confluire per creare un’unica grande corrente.
A dar maggior risalto, una volta arrivati al cospetto del fregio di Beethoven, ci saranno le note della celebre Nona Sinfonia a scandire il tempo della visita.
Ci si soffermerà dunque con attenzione davanti a quest’opera riprodotta da un gruppo tutto al femminile di scenografe e decoratrici: accurata la scelta dei materiali e prezioso il risultato finale, tutto da ammirare entro il 6 maggio.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione MILANO iscriviti alla nostra newsletter