Mi Piace di Facebook bocciato dagli utenti di viaggio

Mi piace di Facebook non piace
Mi piace di Facebook non piace

Arrivano notizie non certamente confortanti per Facebook e chi basa la totalità del piano marketing sul social network. Un recente studio basato sulla usabilità dei siti di viaggio ha evidenziato come il pulsante “Mi piace”, presente anche in questo blog (a proposito, se questo post ti piace, non esitare ad utilizzarlo), non è gradito.  Lo studio arriva dall’Olanda e si è basato su molti siti importanti del settore travel, compresi i comparatori di prezzo.

Agli utenti dei siti di viaggio (800 utenti su 18 siti di viaggio importanti)  è stato chiesto cosa il sito preso in esame avrebbe dovuto avere in più e cosa, invece, andava eliminato. Per la grandissima maggioranza il pulsante “Mi piace” di Facebook è ritenuto assolutamente sgradevole. Inoltre sono state evidenziate anche perplessità su come il famoso “I like”  o “Mi piace” avrebbe potuto influenzare le proprie scelte.

L’avversione al pulsante di Facebook ha avuto anche un altro elemento importante. Non solo la maggior parte degli utenti si è espressa in questo modo ma sono stati coinvolti anche la quasi totalità dei siti presi in considerazione. In pratica il “Mi piace” è risultato sgradevole su Expedia, Travelocity, British Airways ad eccezione del sito relativo alla catena alberghiera Gran Hyatt.

Il “Mi piace” di Facebook, tuttavia, non è stato l’unico elemento che non ha superato la prova di gradevolezza da parte degli utilizzatori e frequentatori di siti travel. Le promozioni e le offerte vacanze presenti sulla home page sono risultate altrettanto sgradevoli ad eccezione dei siti Expedia e Priceline.

Inoltre, mentre il 42% ha sostenuto che le offerte di Expedia sono elementi positivi il 38% ha considerato poco piacevoli la offerte di Groupon. Infine, il 51% degli utenti non prende in considerazione gli annunci interni posti sulla parte bassa, a destra dei siti di travel.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione ROMA iscriviti alla nostra newsletter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*