Megève, Francia: vacanza neve coi fiocchi a prezzi scaccia crisi

Chi ha detto che per soggiornare in una delle capitali alpine dello sci si debba necessariamente avere un conto in banca con tanti zeri? A Megève, mitica stazione ai piedi del Monte Bianco, nella Savoia francese, hotel superlusso, ristoranti stella Michelin, chalet di proprietà di emiri e magnati convivono tranquillamente con piccoli hotel  e comodi residence per famiglie, e pacchetti-soggiorno a  prezzi  competitivi.

C’è insomma una Megève per tutte le tasche, che vale la pena provare almeno una volta nella vita, perché gli ambienti  del Monte Bianco e l’atmosfera che si respira nel suo borgo sono unici.  Lo skipass, per esempio, è uno dei più economici, considerata la vastità del comprensorio sciistico a cui dà accesso, grazie anche al fatto che gli impianti sono di proprietà comunale: con 195 euro la settimana si può sciare sui 445 km di piste dell’area Evasion Mont Blanc, una delle più belle, romantiche e attrezzate d’Europa. Novità, o meglio, trovata della stagione (il segreto di Megève è quello di non smettere mai di stupire i villeggianti), è una slitta trainata da cavalli, che facilita il collegamento tra i due settori del comprensorio, quello di Rochebrune-Mont d’Arboi e quello dello Jaillet . Lo spirito è quello di accantonare gli skibus  affollati e poco attraenti, per un mezzo più piacevole, in armonia con la natura. Rispolverare cavalli e  slitte non significa però ignorare la modernità e l’hi-tech, tutt’altro! Sulle piste di Evasion Mont Blanc, non passano inosservati i nuovi pannelli, che segnalano i tempi d’attesa nei principali impianti di risalita. E lo slalom è rigorosamente tecnologico: al Waidzai Park di Rochebrune, si può essere filmati da tre telecamere passando lo skipass in un lettore e recuperando gratuitamente il video sul sito degli impianti. In uno dei punti più panoramici del comprensorio, è invece possibile farsi fotografare, sempre gratuitamente, da una fotocamera automatica; l’immagine sarà scaricabile da internet e sullo sfondo  svetterà il Monte Bianco, il Tetto d’Europa. Infine, chi non vuol sciare in solitaria, può approfittare delle giornate “skieurs solo”, che iniziano con una gustosa prima colazione e proseguono con una sciata di gruppo nel comprensorio dello Jaillet. Gli appuntamenti sono il 6 e 20 gennaio, 4 e 7 febbraio, 17 e 31 marzo 2013. Un altro aspetto, non secondario, di Megève, che vanta origini medievali ed è diventata quello che è grazie alla lungimiranza della famiglia Rothschild, che le diede impianti all’avanguardia, è la passione per la buona tavola riscontrabile ovunque, dai ristoranti più sofisticati alle semplici brasserie, dove si mangia spendendo come da noi in trattoria. Nutrito il parterre dei ristoranti stellati, tra i quali spicca Flocons de Sel dello chef Emmanuel Renaut, patron del complesso Flocons Village, nel cui ristorante si mangia tranquillamente con 20-30 euro. Accattivanti infine, i pacchetti per la settimana bianca: dal 5 gennaio al 16 febbraio prossimi e dal 16 marzo a fine stagione, si può approfittare di Megève Plus, con 7 notti in appartamento per 4 persone e 6 giorni di skipass Evasion Mont Blanc da 260 euro a persona. O del pacchetto Famille che, negli stessi periosi, offre 7 notti in bilocale (4 persone), 2 skipass di 6 giorni per adulti, iscrizione al club Piou Piou per bambini da 3 a 5 anni (5 mezze giornate), gita in slitta trainata da cavalli a 1000 euro totali.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione MEGÈVE iscriviti alla nostra newsletter