Maschere e stelle filanti a castello

Indossare, in una serata speciale, i panni di cavaliere, guerriero di ventura, messere o dama medioevale non sembrerà una stranezza.

Castelli del DucatoCastelli del Ducato

Persino il contesto lo renderà plausibile: un antico maniero ducale. Infatti, un carnevale tra merli e torrioni è l’invito che l’Associazione castelli del Ducato di Parma e Piacenza fa a tutti gli inguaribili amanti di maschere e fantasia. Ma l’ambientazione non vincolerà a travestimenti conformi a quelle epoche ed alla vita di corte; le serate saranno a tema libero e come anticipano gli organizzatori dell’iniziativa, solo la disponibilità al divertimento sarà una prerogativa indispensabile. Si inizia col “Carnevale al Castello” in programma giovedì 23 e martedì 28 febbraio al maniero di Felino in provincia di Parma. Lo Chef Maurizio Morini invita ad una cena presso il ristorante Locanda della Moiana, all’interno del castello, dove è previsto per i commensali un ricco menù, davvero “carnevalesco”. Per antipasto sarà servito prosciutto crudo di Parma in cialda di Parmigiano Reggiano con Caprino alle erbe. I primi saranno: Maltagliati con ragù di faraona e tartufo nero e Ravioli farciti alla verza e pasta di salame con salsa al parmigiano. Come secondo Punta di vitello farcita alla parmigiana con patate al rosmarino. Per dessert ecco gli Sgonfiotti, i Tortelli dolci e attesissime le Chiacchiere, spolverate con un’abbondante quantità di zucchero a velo. I vini scelti per innaffiare una serata che si preannuncia di festa e divertimento sono il Malvasia dei colli di Parma, il Conte del Becco (Rosso Colli di Parma), e con i dolci il Malvasia dolce. La cena sarà servita a partire dalle 20 e 30 e prevede un costo di 50 euro a persona. Banchetto in maschera a tema libero con animazione sabato 25 febbraio al Castello di Gropparello. “Sotto mentite spoglie” è il titolo dell’iniziativa che festeggerà il carnevale nel maniero piacentino. Nella Taverna Medioevale, gli organizzatori invitano tutti gli ospiti ad arrivare già in maschera, secondo un tema personale o di gruppo. Coloro che ne saranno sprovvisti, verranno dotati di travestimento con abiti forniti direttamente della Taverna. All’atto della prenotazione gli ospiti dovranno comunicare alla segreteria del castello di Gropparello il nome del personaggio o del gruppo che vorranno rappresentare, così da permettere all’animazione di organizzare al meglio la serata. Attraverso una trama scritta dagli organizzatori, ogni personaggio o gruppo verrà messo in relazione con gli altri e così durante la festa si svilupperà un gioco di ruolo guidato dagli animatori, che creerà una storia originale e divertente. Nel frattempo tutti a cena, a consumare un ricercato e luculliano menù. Dopo una degustazione di Monterosso Val D’Arda doc e grana padano, il Coppiere di sala verserà vino Gutturnio doc per accompagnare Insaccati di porco stagionati di varie pezze, Coppette croccanti con salame cotto e lenticchie, Bignè alla crema di prosciutto. Il Primo servizio di cucina comprende: Risotto ai funghi porcini, Stracci con crema di taleggio. Arance speziate rappresentano invece il Secondo servizio di credenza. Col Secondo servizio di cucina saranno serviti Cosciotto di maiale arrostito alle erbe di Provenza, Verzolini alla salsiccia e Porrata bianca. Col Terzo servizio di credenza, infine, Moro di nocciole alla panna montata, per terminare con la Bevanda delle americhe in tazzina. Per partecipare alla serata occorre versare 47 euro a persona; solo 30, invece, per i bambini fino a 10 anni. La prenotazione è obbligatoria. I Castelli del Ducato di Parma e Piacenza, per una volta spogliati dalla seriosità della loro storia millenaria, saranno terra di conquista di maschere e stelle filanti: un modo originale di festeggiare il Carnevale.


Vedi anche » ,

Informazioni utili


Sito Web Cosa vedere a Piacenza   Dove dormire a Piacenza
 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Piacenza iscriviti alla nostra newsletter