No grazie, la marchetta mi rende nervosa

Marchette sui blog: no grazie, la pubblicità mi rende nervosa
Marchette sui blog: no grazie, la pubblicità mi rende nervosa

Non è la prima volta che mi soffermo a parlare del connubio perfetto che esiste tra marchette e blog. Sembra che il terreno fertile mostrato dalla blogosfera abbiamo attecchito, almeno qui in Italia, e così siamo costretti a leggere, il più delle volte, post insozzati di link a strutture turistiche piuttosto che ristoranti. Un modo subdolo (neanche troppo) per spingere strutture turistiche e altre attività commerciali.

 L’arte del baratto, soprattutto tra i blogger, non è affatto sconosciuta. In cambio di una cena piuttosto che un alloggio, si fa in fretta a tirare giù delle righe che parlano di una visita a sorpresa in un luogo dove, guarda caso, è ubicato l’hotel o il ristorante che si intende pubblicizzare. La coincidenza corre sul filo dei post, dunque, ma chi ci crede?

Quel che c’è di peggio è che molto spesso la marchetta è così mal fatta che neppure un utente smaliziato è capace di credere nella buona fede del consiglio che il blogger di turno elargisce in quel momento. 

E così l’anima del blog scompare, soprattutto se poi l’argomento principale è quello dei viaggi e dell’ospitalità. Il famoso passa parola o marketing virale, per dirla con gli esperti del settore, perde tutto il valore se poi a parlare di un hotel o una struttura sia il ragazzino assoldato o, peggio ancora, il consulente della stessa struttura che come forma di ringraziamento inserisce il proprietario dello stesso hotel o ristorante, tra i testimonial del proprio operato.

Un vecchio adagio delle mia parti dice: l’asino porta la paglia e l’asino se la mangia. E’ quello che accade nella maggior parte della blogosfera di viaggi made in Italy, sempre più figlia di marchette più o meno palesi o di annunci di eventi del settore alla ricerca di pubblicità. Un malcostume made in Italy? Non credo. Tutto il mondo è paese ma non tutti i blog sono al sevizio delle marchette. No grazie, la marchetta mi rende nervosa.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione ROMA iscriviti alla nostra newsletter
Informazioni su Anna Bruno 414 Articoli
Anna Bruno, giornalista professionista. Muove i primi passi come cronista a La Gazzetta del Mezzogiorno. Successivamente collabora con gli specializzati in viaggi (travel e food), spettacoli e tecnologie. Scrive per i principali magazine del settore viaggi ed è esperta di digital travel. Nel 2001 fonda FullTravel.it, magazine di viaggi, del quale è tuttora direttore responsabile. E’ appassionata di fuori rotta e posti insoliti.

2 Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*