Luglio in musica alla Rocca di Fontanellato

Due nuovi appuntamenti con la Piccola Orchestra Italiana: l’11 luglio Recital del soprano Serena Farnocchia e il 18 luglio “Serenate” di Ciaikovski e Janacek con la presenza straordinaria del violinista Paolo Ghidoni.

Rocca di FontanellatoRocca di Fontanellato

Puccini e le sue struggenti arie d’opera, ma anche la grande tradizione del sinfonismo classico, da Ciaikovski a Janacek.

Saranno la colonna sonora di due nuove serate di musica nella splendida location della Rocca di Fontanellato, custode di uno dei capolavori del Parmigianino, l’affresco di Diana e Atteone che, nei mesi scorsi, è stato possibile ammirare nella mostra dedicata al grande pittore del Rinascimento emiliano. Proseguono gli appuntamenti con la rassegna “LAMMusica in castello” che vede protagonista la Piccola Orchestra Italiana in due serate da non perdere: venerdì 11 luglio 2003 (ore 21,30), con una recital di arie tratte dalle più famose opere di Puccini, Rossini, Verdi, Bizet e Mascagni eseguite da Serena Farnocchia, soprano toscano più volte acclamata interprete al Teatro alla Scala di Milano e a fianco di grandi cantanti lirici della scena mondiale come Luciano Pavarotti. Mentre il concerto di venerdì 18 luglio (ore 21,30) sarà interamente dedicato alla musica d’archi di Ciaikovski e Janacek con la Suite per orchestra d’archi di Leo Janacek, la “Méditation” per violino e archi Op. 42 e la Serenata per archi Op. 48 di P. I. Ciaikovski. Il programma è impreziosito dalla presenza del violinista Paolo Ghidoni, nato a Mantova e a soli diciassette diplomato con il massimo dei voti presso il Conservatorio della sua città sotto la Guida del M° Ferruccio Sangiorgi.
Svolge una intensa attività concertistica in Italia e all’estero come solista, come violino di spalla dei Virtuosi Italiani e con il Trio Matisse, di cui fa parte fin dalla fondazione. Titolare della cattedra di musica da camera presso il Conservatorio di Musica di Mantova, gli è stato recentemente offerto il posto di primo violino del Quartetto Orlando di Amsterdam.

La “Piccola Orchestra Italiana”, una formazione da camera composta da circa 18 elementi, si é ritagliata ampi consensi di pubblico e di critica nel panorama musicale, nonostante sia di recente costituzione. Merito dell’estrema versatilità e della qualità tecnica e artistica dei musicisti che la compongono, in grado di spaziare in un ampio repertorio che va dal sinfonismo classico alle più belle pagine cameristiche del Novecento, senza trascurare il grande patrimonio del melodramma italiano con pagine adatte all’organico dell’ensemble.

Fontanellato (a 19 chilometri da Parma) fa parte dell’itinerario in dodici tappe “Le Arti e le Corti del Parmigianino”, organizzato dalla Provincia di Parma.
La rassegna, a ingresso libero, è organizzata dall’Associazione “Piccola Orchestra Italiana”, con il patrocinio dell’Amministrazione comunale di Fontanellato, della Provincia di Parma e della Regione Emilia Romagna e sponsorizzata dall’azienda LAMM di San Secondo Parmense (www.lamm.it), specializzata nella produzione di sedie per uffici e ambienti pubblici (cinema, teatri, ecc.) che esporta in 30 Paesi del mondo.

In caso di maltempo i concerti si terranno nel Teatro comunale di Fontanellato.

Per informazioni: Ufficio Turistico di Fontanellato. Tel: 0521.822346 oppure Tel. 347.5839530.
E-mail: piccolaorchestraitaliana@virgilio.it


Vedi anche » ,

Informazioni utili

Cosa vedere a Parma   Dove dormire a Parma
 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Parma iscriviti alla nostra newsletter