La tassa di soggiorno arriva in Francia

Tassa di soggiorno
Tassa di soggiorno

Anche gli hotel francesi adotteranno da oggi la tassa di soggiorno. Dopo alcune città italiane (Roma, Firenze, etc.), dunque, anche i cugini transalpini hanno applicato il sovrapprezzo sui soggiorni in strutture turistiche. In particolare saranno tassati del 2% i pernottamenti, negli hotel tre e quattro stelle, che prevedono un prezzo superiore ai 200 euro al giorno.

Mentre la tassa di soggiorno fa il suo capolino in Francia, nel nostro Paese gli albergatori si dichiarano scontenti dell’applicazione che è una “triste realtà” già da diversi mesi. In particolare, l’obolo fa lievitare il prezzo dei soggiorni che gravano come un macigno sulle famiglie e sui consumatori in generale.

In Italia è stata la capitale una delle prime città ad applicare l’imposta. La tassa di soggiorno a Roma è stata introdotta verso la fine del 2010.  Per ogni pernottamento il cliente è costretto a lasciare, in tassa di soggiorno, da 1 euro a 3 euro a seconda della categoria dell’hotel. Una gabella che, da quando è stata introdotta, non è piaciuta a nessuno o quasi (il comune prevede di incassare circa 82 milioni di euro all’anno).

Anche Firenze, dopo la capitale, si è adeguata alla tassa che è entrata in vigore durante l’estate appena trascorsa. La tassa di soggiorno a Firenze ha una forbice più ampia. Si passa da 1 euro fino a 5 euro a persone, per notte, con variabilità dovuta alla tipologia della struttura turistica e del numero di stelle. Sono sottoposti al pagamento della tassa di soggiorno anche i clienti di case vacanze o affittacamere. Anche Venezia, a partire dalla fine di agosto, ha introdotto questa imposta e altre città si accingono ad applicare la tassa.

Alle città d’arte italiane menzionate, lo scorso luglio ha fatto eco anche l’Alto Adige, territorio che da sempre è in sintonia con la macchina turistica. Anche in Alto Adige, dunque, presto sarà applicata la tassa di soggiorno che potrà dare ulteriore ossigeno alle casse dell’ente autonomo di Bolzano dopo il taglio del governo centrale verso la periferia. La tassa prevista è di circa 1 euro al giorno per persona.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione ROMA iscriviti alla nostra newsletter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*