La ricerca hotel passa sempre più dai dispositivi mobili

Ricerca hotel con cellulare
Ricerca hotel con cellulare

Secondo le ultime notizie provenienti dagli Stati Uniti, le ricerche degli hotel avvengono sempre più con l’uso di dispositivi mobili. Il settore del mobile d’oltreoceano è davvero in grande espansione. Il mercato è sempre più fiorente tanto da spingere ad investire nel mobile anche società notoriamente relegate a settori tecnologici più tradizionali come quello dei processori (leggi Intel).


Che fosse il 2011 l’anno del mobile l’avevo già scritto tempo fa, enunciando ben 8 motivi a sostegno di questa tesi.  In Italia, seppure a rilento rispetto agli States, il mercato del mobile e delle applicazioni è in continua crescita.

Ed ora arrivano le prime stime di Google che riferisce di ricerche hotel effettuate con dispositivi mobili pari al 19% delle ricerche totali. Circa un quinto delle ricerche, dunque, ha come base di partenza un cellulare o similare che tradotto in un linguaggio ancora più semplice significa un utente su cinque (circa).

Sulla stessa lunghezza d’onda di Google è anche eMarketer.com che stima, negli Stati Uniti, in quasi 30 milioni gli utilizzatori di dispositivi mobili per la ricerca di viaggi durante il 2011 contro i poco meno 20 milioni dello scorso anno.

La società di Mountain View, come si fa notare d’oltreoceano, ha interesse a spingere a capitalizzare nel settore del mobile  gli investitori ma la tendenza sembra effettivamente quella di un uso sempre più frequente dei dispositivi mobili e non solo per la ricerca di viaggi e vacanze.

Lo studio sul comportamento degli utenti utilizzatori di dispositivi mobili si fa più interessante se si considera che circa il 95% fa ricerche localizzate, circa l’88% di essi prendono decisioni in un giorno e il 61% acquista.

Le alte conversioni degli utilizzatori di dispositivi mobili per ricerche di viaggi sono abbastanza logiche in quanto sembrano rispondere ad uno stato di bisogno di chi, in quel momento, trovandosi in condizioni precarie e non stabili (fuori ufficio, etc.), non ha molto tempo per il cazzeggio ma ha bisogno di una risposta veloce. Staremo a vedere se anche in Italia il mercato avrà la stessa crescita esponenziale degli Stati Uniti e se anche il business via mobile si ritaglierà la stessa importanza.

Video sul comportamento degli utenti di dispositivi mobili


 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione ROMA iscriviti alla nostra newsletter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*