La Gioconda in mostra a Firenze: no dal Louvre

L'ipotesi di trasferire La Gioconda in mostra a Firenze dal Louvre è stata già bocciata dallo stesso museo parigino. Nessun prestito in vista, dunque: ecco il perchè.

La Gioconda o Monnalisa che dir si voglia non raggiungerà Firenze: dopo la petizione lanciata su Facebook affinchè l’enigmatico capolavoro di Leonardo da Vinci potesse essere prestato alla città di Firenze, è arrivato il no del Louvre.
La motivazione addotta ha riguardato l’eccessiva fragilità dell’opera che renderebbe il suo trasporto in Italia (ma anche altrove) “inimmaginabile”, testuali parole.
Sebbene al Louvre non fosse pervenuta ancora una domanda ufficiale di prestito, il direttore del dipartimento “Pitture” Vincent Pomarende si è affrettato ad intervenire esplicitamente, specificando che il motivo del rifiuto è dovuto al fatto che “il quadro è estremamente fragile ed un viaggio rischierebbe di causare danni irreversibili“.
Scendendo più nel dettaglio, ha continuato: “Un trasporto è assolutamente inimmaginabile perchè non riusciremmo ad avere un controllo della temperatura così ottimale, anche all’interno di casse climatizzate. Le vibrazioni sarebbero molto nocive per il quadro. Si prenderebbero rischi troppo grandi a prestarlo“.
L’idea di portare la Gioconda a Firenze nel 2013 è partita dal Comitato Nazionale per la Valorizzazione dei Beni storici, culturali e ambientali: in occasione del centenario del ritrovamento del dipinto, si è meditato di organizzare questo trasferimento, tanto più che la tela ha già lasciato il Louvre in passato, in tre occasioni diverse.
Malgrado la risposta negativa sia già arrivata, attenderemo eventuali sviluppi futuri della vicenda perchè – come ricordato dallo stesso Vincent Pomarende, per il momento non c’è stata alcuna richiesta ufficiale. Non è detto che non possa ugualmente arrivare.

Informazioni utili

Cosa vedere a   Dove dormire a