Guida di Johannesburg, la città dei cercatori d’oro

Nata nel 1886 sulla scia della scoperta dell'oro, Johannesburg rappresenta il cuore finanziario del Sudafrica. Vediamo cosa vedere a Johannesburg , la città dei cercatori d'oro.

My Kind of Place, JohannesburgMy Kind of Place, Johannesburg

Johannesburg, città popolosa del Sudafrica, fisicamente si presenta come una serie di colline, che occupano la parte centrale di un altopiano; mentre sotto il profilo urbanistico, si distinguono i quartieri centrali dalle cosiddette townships, sobborghi periferici e popolosi, come Soweto, che hanno scritto la storia dell’Apartheid e della sua rimozione.

Johannesburg non è una città facile da visitare per chi arriva la prima volta: le distanze tra una zona e l’altra sono notevoli e il rischio di chi pratica il “fai-da-te” è anche quello di finire in luoghi poco raccomandabili. Meglio allora affidarsi a un tour organizzato, in attesa di conoscerla meglio.

Cosa visitare a Johannesburg

Le zone più centrali, meritevoli di una visita, sono il cosiddetto Newtown Precinct, divenuto, da vecchio quartiere del mercato, il cuore pulsante della vita culturale cittadina. Facilmente raggiungibile dalle autostrade urbane grazie al nuovissimo ponte Nelson Mandela , racchiude il Museum Africa, un’immensa collezione di cimeli sulla storia della città e della cultura sudafricana; un teatro, il Market Theatre;  un museo dedicato alla storia della birra, e tanti spazi polifunzionali per concerti, mostre, spettacoli ed eventi culturali di tutti i generi. E poi un centro dell’artigianato e del design, la Bus Factory, e uno della Scienza e della Tecnologia.

Parktown e Houghton a Johannesburg

A est e a sud-est, appena a ridosso del centro, spuntano due dei quartieri più belli ed esclusivi di Johannesburg: Parktown e Houghton. Il primo è costellato da grandi dimore in stile eclettico, costruite agli inizi del ‘900; ospita lo Zoo, esteso su 55 ettari di parco, in cui vivono più di 400 specie di animali e il confinante Zoo Lake, un lago artificiale bordato da un parco, che rappresenta un prezioso polmone verde, dove, tutti gli anni a settembre, si tiene Jazz on the Lake, una popolare rassegna di jazz all’aperto.

Hughton sfoggia magnifiche ville dai giardini rigogliosi, strade ampie e ombreggiate e un’atmosfera elegante e ricercata. A Hughton si trova anche Casa Graça, che fu residenza del Presidente Nelson Mandela, chiamata così in onore della sua ultima moglie.

Melville

A nord del Central Business District, centro degli affari cittadino, mosso da grattacieli e grandi palazzi, e turisticamente poco attraente, si annida il quartiere di Melville, dove regnano atmosfere decisamente più piacevoli e rilassate: una specie di Greenwich Village sudafricano, popolato da caffè e ristoranti all’aperto, locali dove si ascolta musica dal vivo e strade pedonali sicure tanto di giorno quanto la sera.

Gold Reef City

A nord-ovest del centro di Johannesburg, spunta infine Gold Reef City, con il suo parco divertimenti a tema, che la rende una specie di Disneyland sudafricana e con l’Apartheid Museum, inaugurato nel 2001 e accasato in un edificio appositamente costruito per consentire una full immersion nella storia del XX secolo e nell’esperienza della segregazione del popolo nero da quello bianco.

Dove mangiare a Johannesburg

A Johannesburg si possono trovare diversi ristoranti che utilizzano la cottura a fiamma viva, così come ottime steakhouse, tra cui Marble a Sandton, e locali hipster come Che a Maboneng. L’elegante ristorante View presso il Four Seasons Hotel è l’indirizzo perfetto per gli amanti del lusso a tavola. Lo chef Farrel Hirsch realizza ogni giorno ottime specialità culinarie, utilizzando una grande varietà di ingredienti freschi di stagione, aromi locali, erbe e verdure coltivate direttamente sul posto.

Informazioni utili

Cosa vedere a Sudafrica   Dove dormire a Sudafrica

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Johannesburg Sudafrica iscriviti alla nostra newsletter