Italo arriva in Cilento e Calabria

Dal 14 giugno poi, con l’entrata in vigore dell’orario estivo, Italo collega nuove città nel proprio network. In previsione di una stagione dedicata al turismo interno, la società approderà con 4 servizi al giorno in Cilento ed in Calabria.

Italo Treno, parte anteriore
Italo Treno, parte anteriore

Italo arriva fino a Reggio Calabria, dal 14 giugno, senza cambi, garantendo collegamenti diretti da Torino, Milano, Reggio Emilia, Bologna, Firenze, Roma, NapoliSalerno.

Ci saranno fermate intermedie che consentiranno di raggiungere anche il Cilento. Queste le fermate:

  • Agropoli/Castellabate;
  • Vallo della Lucania;
  • Sapri;
  • Paola;
  • Lamezia Terme;
  • Rosarno;
  • Villa San Giovanni;
  • Reggio Calabria.

I viaggiatori avranno anche la possibilità di raggiungere gli arcipelaghi siciliani direttamente da Reggio Calabria e Villa San Giovanni, oltre che godere delle bellezze calabresi.

I biglietti per queste nuove destinazioni sono da oggi in vendita: saranno 2 le partenze da Torino verso Reggio Calabria (5:23 e 13:19) ed altrettante ce ne saranno da Reggio per tornare verso il Nord (7:30 e 13:30). Una nuova zona del Paese servita da Italo, ricca di bellezze artistiche e naturalistiche da riscoprire.

Treno Italo partner del concerto di Ligabue Campovolo 2015Treno Italo partner del concerto di Ligabue Campovolo 2015

Anche il mese di luglio sarà protagonista in casa Italo: saranno introdotti 6 nuovi servizi che collegheranno alcune delle città già presenti nel network di Italo alle nuove fermate di Rimini, Riccione, Pesaro e Ancona. Nuove mete che consentiranno alle famiglie italiane di concedersi un  relax tutto italiano.

Riaperte le biglietterie Italo, nel rispetto di tutte le norme di sicurezza, nelle stazioni di Torino Porta Susa, Torino Porta Nuova, Milano Centrale, Roma Termini e Napoli Centrale, per garantire come sempre assistenza e supporto ai viaggiatori in fase di acquisto e non solo.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione REGGIO CALABRIA iscriviti alla nostra newsletter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*