Irlanda in camper: villaggi pittoreschi e paesaggi mozzafiato

Un viaggio in Irlanda in camper, nelle fiabe irlandesi, tra paesaggi selvaggi, strade a picco sul mare, pecore e villaggi pittoreschi.

Irlanda in camper o autoIrlanda in camper o auto

Il viaggio in Irlanda in camper parte da Dublino per passare prima da Glendalough. Poi, l’antica contea di Kilkenny (conosciuta come “la città di marmo” anche se i palazzi furono costruiti con pietre calcaree e non con marmo) con la città medioevale, quindi Cashel per la Rocca di Cashel, più conosciuta come la Rocca di San Patrizio, e nota anche come Cashel of the Kings, è uno dei siti archeologici più famosi d’Irlanda.

Si prosegue per Cork, la seconda città dell’Irlanda è “la vera capitale dell’Irlanda” dicono quelli del posto. È un luogo liberale, giovane e cosmopolita, felicemente tradizionale con pub accoglienti e musica dal vivo, ristoranti che offrono prodotti locali di alta qualità.

Quindi Kinsale, il tempio della gastronomia irlandese, ricco di edifici multicolore, ristoranti e pub. Si prosegue per la Peninsola di Beara, un luogo di infinita bellezza e poco turistico, in cui è possibile ammirare paesaggi fra i più suggestivi e autentici dell’Irlanda, dove si alternano paesini multicolore e distese solitarie per chilometri e chilometri.

Il Parco di Killarney è un insieme di ricca di vegetazione, laghi e numerosi percorsi ciclopedonali; i percorsi più gettonati sono: la gola “Gap of Dungloe”, raggiungibile in bicicletta, a piedi oppure a cavallo, il giro del lago “Muckross Lake” con scorcio sulla cascata di 20 metri “Torc Waterfall”Muckross House e il Ross Castle. 

Prossima fermata è Inch Beach, una splendida spiaggia di sabbia lunga circa 5 chilometri. La strada corre sopra gli scogli a picco sul mare dove le onde si infrangono con violenza, il paesaggio è un susseguirsi di scogliere e prati di un verde intenso, interrotto solo dai muretti a secco che ospitano bianchi greggi di pecore.

Poi Slea Head, la punta della penisola di Dingle, caratterizzata da grandi scogliere a picco sul mare e sulla spiaggia di sabbia, quindi il porto di Tarbert per prendere il traghetto per Doolin rinomata perché alla sera nei pub viene suonata la migliore musica folk d’Irlanda e per vedere le Scogliere Cliffs of Moher,  spostarsi sulla regione del Burren, percorrendo un giro ad anello che attraversa il cuore della regione, passando per KillinaboyCarran e il famoso Dolmen di Poulnabrone.

Cliffs of Moher at sunset - IrlandaCliffs of Moher at sunset - Irlanda

Galway, il centro storico è molto caratteristico e poi Clifden, per godere del l’ambiente tipico del Connemara: piccoli laghi, paludi con alghe multicolore, isolette e sullo sfondo le montagne.

Poi l’Abbazia di Kylemore, che si affaccia sul lago omonimo quindi il Monastero di Clonmacnoise, uno dei più conosciuti e celebrati d’Irlanda, quindi si attraversano le Slieve Bloom Mountains, una piccola catena montuosa il cui punto più alto è circa 500 metri, poi la cittadina di Kilkenny, animatissima e piena di pub tradizionale  per arrivare a Dublino, la capitale d’Irlanda luogo di nascita di James Joyce e Oscar Wilde.

Irlanda in camper: 10 giorni e 9 notti

L’itinerario di 10 giorni/9 notti parte da 1.200 euro in Motorhome Urban Plus per 2 persone (da 1.400 euro in Motorhome Family Standard per 4 persone e 1.550 per Motorhome Family plus per 6 persone), con chilometraggio illimitato, assicurazione, attrezzatura per la cucina.

I camper

Sono spaziosi e molto ben equipaggiati. Ogni veicolo è dotato di frigorifero, riscaldamento, doccia, e bagno. I camper hanno spazi da usare come deposito oggetti sia all’interno sia all’esterno del veicolo.

Informazioni per Irlanda in camper

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Cork Dublino Irlanda iscriviti alla nostra newsletter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*