In Vaticano tornano i pagamenti con carte di credito e bancomat

Rientrato il problema dei pagamenti con moneta elettronica in Vaticano: ecco come si è evoluta la situazione.

Qualche settimana fa abbiamo dato notizia ai nostri lettori del fatto che in Vaticano non fosse più possibile pagare con carte di credito e bancomat.
Neppure il pagamento con moneta elettronica per accedere ai Musei Vaticani era consentito, per via della sospensione del servizio avvenuta a seguito di disposizioni pare in arrivo dalla Banca d’Italia, come illustrato dall’articolo che FullTravel ha dedicato alla questione lo scorso 4 gennaio.
La situazione è però cambiata proprio in questi giorni: è di nuovo possibile usare i mezzi di pagamento elettronici nei confini vaticani, grazie al fatto che si è concluso un nuovo accordo con la società svizzera Aduno Sa.
La notizia arriva direttamente da padre Federico Lombardi, il portavoce della sala stampa vaticana, che si è così espresso: “I pellegrini e i turisti possono di nuovo usufruire dei servizi di pagamento anche per i Musei Vaticani“.
Si potrà dunque tornare ad acquistare biglietti per i Musei Vaticani pagando con carta di credito o bancomat, così come sarà possibile il pre-acquisto via web.
Anche le attività commerciali interne al Vaticano aperte al pubblico – come ad esempio la farmacia – hanno ripristinato normalmente il sistema di pagamento con moneta elettronica.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione CITTà DEL VATICANO iscriviti alla nostra newsletter