Il sito delle malefatte di Ryanair, IHateRyanair.co.uk, finisce nella mani di Ryanair

Ryanair
Ryanair

Che Internet fosse un mezzo preservatore della libertà di informazione e di parola, l’avevamo abbondantemente capito. Avrà pensato altrettanto Robert Tyler quando, nel 2007, ha realizzato il sito IHateRyanair.co.uk con lo scopo di raccogliere il malcontento e le disavventure dei passeggeri di Ryanair, compagnia lowcost leader del mercato dei voli a basso costo.

Come nasce IHateRyanair.co.uk
L’idea di Robert Tyler è nata proprio in seguito ad un suo volo con la compagnia low cost irlandese. Il mondo doveva conoscere le disavventure proprie ma anche quelle degli altri passeggeri che hanno utilizzato almeno una volta il vettore Ryanair. E quale migliore strumento di un sito aperto a tutti  in pieno stile Web 2.0?

La reazione di Ryanair
Il sito non è certamente piaciuto alla compagnia aerea Ryanair che è  ricorso al giudizio di un tribunale inglese per fermare questa emorragia causata della pubblicità virale di stampo negativo. Dopo una battaglia legale il giudice ha sentenziato: il dominio IHateRyanair.co.uk cambia di proprietà in quanto l’attuale gestore, Robert Tyler appunto, ha usato il marchio Ryanair a fine commerciali. Fa sorridere non tanto la motivazione ma quanto ha guadagnato Mr. Tyler con il suo sito: ben 322 sterline. I proventi arrivano dalla pubblicità che Tyler ha inserito sul sito e che ha permesso alla compagnia aerea Ryanair di averla vinta.

IHateRyanair.co.uk diventa IHateRyanair.org
Ma Tyler ha già annunciato che il suo scopo di informare i passeggeri su cosa può accadere nello scegliere il vettore irlandese, non conoscerà la parola fine. E’ già pronto, infatti, il nuovo sito il cui nome a dominio porta lo stesso nome con la sola differenza della estensione che è .org: IHateRyanair.org. Come dire: morto un Papa se ne fa un altro.

Clicca su una stella per votare!

Voto medio / 5. Voti:

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Roma iscriviti alla nostra newsletter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*