Il Cenacolo Palladiano a Venezia riapre: visite al via

Il Cenacolo Palladiano, situato a Venezia, può nuovamente essere visitato, dopo la riapertura a seguito degli interventi di ristrutturazione.

Venezia torna ad arricchirsi di uno dei suoi luoghi storici di maggior pregio: è appena stato riaperto il Cenacolo Palladiano, situato sull’Isola di San Giorgio, una località particolare poichè si tratta di un’isola monumentale.
La nuova inaugurazione è avvenuta nella giornata di giovedì 12 aprile, quando si è tolto il velo sugli interventi di restauro che hanno interessato il Cenacolo Palladiano per circa un anno.
In particolare sono stati rinnovati del tutto gli impianti, è stata rifatta la pavimentazioni in legno, è stato sistemato il tetto a falde ed è stata ricreata anche una nuova boiserie, dunque anche le pareti interne del Cenacolo hanno ripreso le linee e i colori del nuovo pavimento.
L’intervento è perciò stato piuttosto esteso e, per via dell’importanza dei lavori effettuati, ha ovviamente riguardato a margine anche intonaci, illuminazione e climatizzazione.
Ad occuparsi della ristrutturazione è stato l’architetto Michele De Lucchi, dietro incarico affidatogli dalla Fondazione Giorgio Cini, sostenuta anche da Arcus Spa e del Magistrato alle Acque di Venezia.
Sarà dunque nuovamente possibile ammirare “Le nozze di Cana” del Veronese, il facsimile della tela custodita all’interno di questo palazzo che ha il vanto di essere stato il fabbricato non sacro più esteso e grande mai realizzato da Palladio.
Per poter accedere nelle sale del Cenacolo Palladiano, è necessario prenotare una visita – che sarà obbligatoriamente guidata – inviando una mail all’indirizzo segreteria@civitatrevenezie.it.
Sarà inoltre possibile visitare ache il Chiostro Palladiano, il Chiostro dei Cipressi, lo Scalone del Longhena, la Nuova Maica Lunga, La Biblioteca del Longhena e il Labirinto Borges.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione VENEZIA iscriviti alla nostra newsletter