I tredici spettri, brividi e fantasmi al Castello di Bardi

Un sorprendente gioco di ruolo va in scena nel maniero medievale, tra strani rumori e passaggi segreti…

Gli ingredienti di un perfetto horror ci sono tutti, ma non si tratta di un semplice film bensì di una situazione da vivere in prima persona! E’ il gioco di ruolo “I tredici spettri” che anima in quattro serate mozzafiato il magnifico Castello di Bardi (Pr), che sembra uscito da un racconto del terrore con i suoi lunghi corridoi bui, le torri, le segrete e i camminamenti di ronda. Ecco quindi la lotta con zombie, vampiri, lupi mannari, da combattere con pozioni e antidoti e con battaglie all’ultimo sangue. Al Castello di Bardi va in scena l’horror, ma la traccia dello spettacolo, e soprattutto la sua conclusione, sono ancora tutte da scrivere. E a farlo sarà chi decide di partecipare, la notte del 23 settembre 2006 a partire dalle ore 20, ad un insolito e terrorizzante gioco di ruolo, che vedrà protagonisti i “mostri”, impersonati dagli attori della “Compagnia San Giorgio e il Drago”, e i concorrenti che oseranno sfidarli. Fortissima la suggestione creata dagli ambienti del Castello di Bardi, uno dei gioielli dell’Associazione dei Castelli del Ducato, perfettamente restaurato e che mantiene intatte le atmosfere inquietanti.
Tra queste antiche mura, dove si dice si aggiri ancora il fantasma Moroello, si sono consumati amori e tragedie, episodi di coraggio e grandi tradimenti, tra una battaglia e un banchetto. Le situazioni “noir” a cui i concorrenti, suddivisi in squadre, dovranno fare fronte sono basate su noti romanzi di genere, e non mancheranno i colpi di scena durante i difficili percorsi alla ricerca di pallottole d’argento, antidoti e artifici utili a sconfiggere le infernali creature che ostacolano il cammino dei concorrenti. Al termine del gioco, dopo le fatiche della battaglia, ad attendere i partecipanti ci sarà un ricco buffet freddo organizzato nella Taverna del Castello. Il costo della serata, riservata agli adulti, è di 35 euro a persona, e si accede solo su prenotazione poiché il numero dei posti è limitato. La notte horror verrà riproposta anche il 4 novembre 2006. Non distante dal castello di Bardi si trovano alcune delle più belle pievi del Parmense, gioielli dei “Percorsi del Romanico”, come l’antichissima Pieve di Berceto, la Pieve di San Cristoforo che sorge sopra Borgotaro e le Pievi di Serravalle e Careno, vicine a Pellegrino Parmense. Da aprile a ottobre 2006, nell’ambito delle celebrazioni per i 900 anni dalla dedicazione della Cattedrale di Parma, ogni prima domenica del mese le pievi romaniche saranno aperte a cura della Provincia di Parma e di Parma Turismi per visite guidate gratuite, alla scoperta della storia del territorio tra fede e cultura.

Clicca su una stella per votare!

Voto medio / 5. Voti:

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Parma iscriviti alla nostra newsletter