I coffee shop di Amsterdam riaprono ai turisti

I coffee shop di Amsterdam tornano ad essere aperti ai turisti e non solo ai residenti. Decisione ribaltata rispetto a qualche mese fa, ecco le motivazioni e gli effetti.

La notizia della chiusura dei coffee shop di Amsterdam ai turisti ha lasciato molte persone stupite: una storica istituzione della città stava per concludere un servizio reso anche ai viaggiatori, lasciando questi locali all’utilizzo solo dei residenti, per giunta tesserati.
Innegabile sottolineare che una leva importante del turismo stava iniziando a vacillare sotto i colpi di questa decisione, presa dalle autorità locali a seguito dell’entrata in vigore di leggi in materia di droga piuttosto restrittive.
Tuttavia, l’ultima decisione del governo è stata quella di fornire alle singole amministrazioni il potere di decidere se e come mettere in atto il piano disposto mesi fa, lasciando dunque la libertà di scegliere se rendere i coffe shop frequentabili solo da residenti o meno.
Il sindaco di Amsterdam ha dunque optato per l’apertura dei coffe shop anche ai turisti, come d’altronde accadeva fino a poco tempo fa.
Secondo il primo cittadino, infatti, inibire l’accesso a questi locali porterebbe irrimediabilmente ad un aumento di spaccio e dunque di criminalità per le strade della città: la situazione diventerebbe ingestibile e pericolosa.
Naturalmente, al di là delle motivazioni di ordine pubblico, non si può sottovalutare che ogni anno circa un milione e mezzo di turisti frequentano i circa 220 coffee shop di Amsterdam, dunque la ricaduta economica è evidente.
C’è da tener presente che la norma varata dal governo circa la chiusura ai turisti è ancora valida: non tutte le municipalità hanno deciso se applicarla integralmente o se, come Amsterdam, evitare di renderla così restrittiva.
Ciò vuol dire che in altre città del paese i coffee shop potrebbero ancora essere chiusi ai turisti.


Informazioni utili

Cosa vedere a   Dove dormire a

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione iscriviti alla nostra newsletter