Visitare le Cinque Terre percorrendo la Via dell’amore

Cinque mondi, cinque terre, cinque piccoli gioielli aggrappati alla montagna che strapiomba sul mare; cinque meraviglie di casine colorate una sull'altra, il cui paesaggio ha richiesto più di mille anni di formazione. Così, Riomaggiore, Manarola, Corniglia, Vernazza e Monterosso siglano oggi uno dei parchi naturali più affascinanti d'Italia, annidato su una lingua di terra a ovest di La Spezia, in Liguria, tra luci, colori, atmosfere e sapori unici.

Cinque mondi, cinque terre, cinque piccoli gioielli aggrappati alla montagna che strapiomba sul mare; cinque meraviglie di casine colorate una sull'altra, il cui paesaggio ha richiesto più di mille anni di formazione. Così, Riomaggiore, Manarola, Corniglia, Vernazza e Monterosso siglano oggi uno dei parchi naturali più affascinanti d'Italia, annidato su una lingua di terra a ovest di La Spezia, in Liguria, tra luci, colori, atmosfere e sapori unici.

Una delle attrattive più famose è senz’altro la Via dell’Amore, tra Manarola e Riomaggiore, un chilometro di passeggiata a picco sul mare, dove la pietra cambia passo dopo passo, siglando grotte fiabesche (niente di meglio per romantici rendez vous), incorniciate da capricci di agavi e pitosfori, che si sporgono a 50 metri sul mare. Ma c’è anche la Via dei cinque antichi Santuari, che sorvegliano la costa, a  offrire un affascinante spunto di visita: Montenero, sulla strada per Manarola; Nostra Signora, gioiello romanico poco fuori il borgo di Volastra; San Bernardino, sul sentiero di Corniglia; il Santuario della Madonna di Reggio, sopra Vernazza, e quello della Madonna di Soviore, a tre quarti d’ora di passeggiata da Monterosso. In queste chiese, secoli fa, la gente dei borghi si riuniva per pregare contro la minaccia dei turchi invasori. Oggi, a salirvi, sono ancora le donne, che non hanno perso l’abitudine di affidarsi ai Santi e alla Madonna, quando i loro uomini sono in mare. Il percorso, da fare a piedi o a cavallo, parte dal Sentiero Azzurro, che unisce, a mezzacosta, Monterosso a Riomaggiore e si inerpica fino al borgo medievale di Volastra, proseguendo quindi lungo la Via dei Santuari, tra pinete e boschi di castagno, vigne e uliveti, crinali e valloni a strapiombo sul mare. Ma le Cinque Terre sono bellissime anche viste dal mare, grazie al comodo e frequente servizio di battelli in partenza da La Spezia, Portovenere e Levanto.

Cerca offerte lastminute

Compariamo compagnie aeree ed agenzie di viaggio alla ricerca del miglior prezzo

Vernazza cosa fare


 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione VERNAZZA iscriviti alla nostra newsletter
Informazioni su Anna Bruno 94 Articoli
Giornalista professionista, già cronista de “La Gazzetta del Mezzogiorno”, è specializzata in viaggi, food, musica e tecnologie. Cofondatrice dell’agenzia di comunicazione e Digital PR FullPress Agency, è direttrice responsabile di FullTravel.it, magazine di viaggi e di “VerdeGusto”, oltre ad altri due magazine. E’ autrice di “Digital Travel” e “Digital Food” , rispettivamente quarto e quinto libro, per Flaccovio Editore. Digital Travel & Food Specialist, è consulente e docente in corsi di formazione ed è delegata del SUD e Isole dell’Italian Travel Press(ITP).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*