Vienna, cosa fare a Karmeliterviertel

Gustose ed insolite pietanze, moda stravagante e arte giovane hanno reso la zona che circonda il mercato Karmelitermarkt una delle più vivaci di Vienna.

Karmeliterviertel, ViennaKarmeliterviertel, Vienna

Il vivace sobborgo Karmeliterviertel della capitale dell’Austria, Vienna, è situato a meno di dieci minuti a piedi dal centro storico.

Dopo il mercato ortofrutticolo Naschmarkt ed il distretto creativo Neubau, il mondo dei giovani e degli artisti di Vienna ha scoperto ora anche il mercato Karmelitermarkt nel secondo distretto di Vienna. È qui, in quella che un tempo era un’area abitata in gran parte dalla comunità ebraica, che si trova anche il pioniere della gastronomia, la trattoria Schöne Perle che, nell’adiacente Leopoldgasse, dal 2002 propone nuove interpretazioni della classica cucina viennese.

Recentemente si è insediato nella zona del mercato anche un nuovo locale: il Danmayr offre specialità dell’Italia meridionale: antipasti, una raffinata mortadella di cinghiale ed un delicatissimo prosciutto. La lista dei vini poi propone una sofisticata selezione di ottimi vini italiani e austriaci. Se il tempo è bello si potrà sorseggiare in tutta calma il pregiato caffè del marchio veneziano Caffè del Doge seduti ad uno dei tavolini all’aperto.

Di fronte si trova il Madiani, che invita ad intraprendere un viaggio di scoperta nella cucina della Georgia. Il locale propone pietanze tipiche del Paese, come ad esempio i khinkali, una sorta di grandi ravioli ripieni. Si raccomanda di assaggiare anche le deliziose prime colazioni tipiche della Russia e della Giorgia, con il tè dal samovar; ma è ottima anche la versione viennese della prima colazione, con pane, burro e miele.

Abbondanti prime colazioni, il sabato anche dopo l’ora di pranzo le propone anche il caffè-bar Einfahrt, situato direttamente al limite del mercato. Il locale propone regolarmente, all’interno del locale, interessanti mostre e la cantante Sandra Rose vi si esibisce ogni mercoledì in concerti jazz.

Karmeliterviertel, sobborgo di ViennaKarmeliterviertel, sobborgo di Vienna

A soli pochi passi, in Große Sperlgasse, Vienna si presenta dal suo lato più tenebroso: il Museo del crimine ha sede nella cosiddetta casa dei saponai (Seifensiederhaus), il cui nome è presente già in un documento del 1685 e permette di conoscere la storia criminale della città, dai famigerati avvelenatori fino all’attentato all’imperatore Francesco Giuseppe.

Agli aspetti gradevoli della vita si dedicano invece Karin Krank ed Ulrike “Biene“ Janitschek nel loro shop Kabine in Karmelitergasse. La boutique propone moda innovativa creata da giovani stilisti, irriverenti T-shirt, ma anche insoliti oggetti di uso quotidiano del catalogo o.k.. Sulla via del ritorno verso il centro storico si potrà fare un salto alla galleria habres+partner situata in Hollandstraße; nelle sue grandi vetrine sono esposte giovani opere d’arte di genere diverso: dipinti, video ed installazioni mixed-media.

Clicca su una stella per votare!

Voto medio / 5. Voti:

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Austria Vienna iscriviti alla nostra newsletter