Viaggio nella Lapponia Svedese in inverno

Patria dei cosiddetti Lapponi o, più correttamente, Sami, questo territorio è raccomandabile non solo in estate, ma anche nel lungo inverno artico.

Svezia in inverno
Svezia in inverno

Oltre ad essere la contea più settentrionale ed estesa della Svezia, la Lapponia è un mondo tutt’altro che banale o povero di attrattive, collegato ormai da decenni in modo eccellente al resto del paese e disegnato da una natura esagerata, con laghi, montagne, altopiani e colline, che lo rendono una specie di arazzo vivente.

Patria dei cosiddetti Lapponi o, più correttamente, Sami, questo territorio è raccomandabile non solo in estate, ma anche nel lungo inverno artico.

Lapponia in inverno

Anche se la natura va in letargo, ci sono mille modi per divertirsi e scoprire un territorio di neve e ghiacci: gite in motoslitta o su slitte trainate da renne o husky attraverso le interminabili foreste o sui laghi ghiacciati; incontro coi Lapponi e sosta pranzo in una tipica capanna; escursioni a bordo di navi rompighiaccio; pesca artica o sci di fondo su piste a perdita d’occhio.

Arrivando da sud, uno dei primi centri, che si incontrano è Arvidsjaur, antico villaggio lappone circondato da foreste e laghi che, in inverno, diventano specchi ghiacciati sui quali le principali case automobilistiche sono solite provare i loro nuovi modelli: che emozione, un giro mozzafiato su una fiammante fuori serie!

Più a nord, spunta Jokkmokk, cittadina sami per eccellenza, con un interessante museo chiamato Ajtte. Qui, ogni primo weekend di febbraio, si tiene, sin dal lontano 1605, un grande mercato invernale in cui si possono comprare i più svariati prodotti e manufatti di queste terre.

Ancora più a nord, a Gallivare, gli amanti dello sci da fondo trovano splendide piste e, con un po’ di fortuna, si può anche incrociare qualche campione di casa nostra, che viene ad allenarsi proprio qui.

Cani da slitta in SveziaCani da slitta in Svezia

A un’ora circa da Gallivare, sempre in direzione nord, ecco Kiruna, la città più settentrionale della Svezia, dove, in inverno, fa sempre notizia l’Icehotel di Jukkasjarvi, il famoso albergo di ghiaccio, costruito impiegando ben 60mila metri cubi di neve e 4mila di ghiaccio.

A sud-est, la costa del Mar Baltico o, meglio, il Golfo di Botnia, propone cittadine come Lulea e Pitea , dove vale la pena concedersi l’esperienza di un rally sul mare ghiacciato o un’escursione a bordo di una nave rompighiaccio.

A nord di Lulea, spunta infine Overkalix, sul fiume Kalixalven, che diventa un’ottima pista ghiacciata, per avvincenti escursioni in motoslitta.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione JOKKMOKK iscriviti alla nostra newsletter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*