Sardegna: itinerario coast-to-coast in camper

Sono sempre di più le persone che apprezzano la comodità di una vacanza in camper. Quest’ultimo, infatti, non è solo un mezzo di trasporto comodo e ampio, ma può essere un investimento che nel lungo termine può far risparmiare sulle spese delle vacanze in famiglia.

Costa della Sardegna, Cagliari
Costa della Sardegna, Cagliari

Sommario

Se stavi pensando di organizzare una vacanza coast-to-coast in Sardegna con la tua famiglia, allora è importante sapere che grazie al servizio offerto da alcune compagnie di traghetti Sardegna è possibile imbarcare il tuo camper da diverse città d’Italia.

Primo giorno: Cagliari e Villasimius

Alla scoperta della Sardegna da Cagliari a Villasimius

Il nostro consiglio è quello di iniziare l’itinerario da Cagliari in modo da potersi dirigere già il primo giorno verso Villasimius, costeggiando la meravigliosa costa meridionale della Sardegna. In questo tratto consigliamo di prendere le strade che costeggiano il mare e godere della vista che offre la spiaggia del Poetto.

Subito dopo questo scorcio, inizia la tratta che collega Villasimius a Costa Rei. Il nostro consiglio è quello di fermarsi a pranzare con il camper vicino Cala Regina o nella piccola insenatura di Mare Pintau che regaleranno dei panorami mozzafiato.

Dopo qualche chilometro si arriva a Villasimius dove ci si potrà rilassare nelle spiagge di Notteri, Simius e Porto Giunco.

La località di Porto Giunco è anche una delle più scenografiche in quanto, oltre al mare cristallino, presenta alle spalle della spiaggia una laguna meravigliosa. Consigliamo di trascorrere la notte a Villasimius, in modo da approfittare del clima animato che regala la città, soprattutto nelle notti d’estate.

Secondo giorno: Costa Rei

Da Costa Rei fino a Nora e Chia

Nella prima mattina del secondo giorno di viaggio, attraversando Capo Carbonara, si prosegue in direzione nord, verso le spiagge di Costa Rei. Famose per essere delle spiagge molto lunghe con acque cristalline e sabbia bianchissima.

La prima spiaggia che si incontra su questa tratta è Cala Sinzias, proseguendo nell’itinerario a pochi chilometri si incontrano anche le selvagge baie di Monte Nai e Piscina Rei. Ma se cerchi la tranquillità ti consigliamo di proseguire verso nord, in prossimità dello stagno di Colostrai, vicino Muravera dove è possibile anche pernottare con il camper.

Cala Regina, SardegnaCala Regina, Sardegna

Terzo giorno: Nora e Chia

Il terzo giorno di viaggio sarà verso Nora e le spiagge di Chia per salutare così la costa meridionale della Sardegna e andare verso Ovest. Si può ripercorrere la stessa strada coast-to-coast dell’andata per tornare indietro oppure seguire il nostro consiglio e prendere la strada ad alta velocità.

Una volta superata Cagliari si prosegue in direzione di Pula per visitare il sito archeologico di Nora. Poi continuando verso nord si arriva a Bithia, oggi conosciuta come Chia che offre un bellissimo e lunghissimo litorale sabbioso e pernottare sull’omonima torre del luogo. Il giorno dopo, sveglia presto per dirigersi verso Capo Spartivento.

Quarto giorno: Spartivento e Cagliari

Su Giudeu e la città del sole

Su Giudeu è caratterizzata da una lunga distesa sabbiosa, è conosciuta anche come la spiaggia dell’acqua dolce. Insieme a Porto Campana creano la formazione delle dune di Spartivento.

A questo punto sarà ormai arrivato l’ultimo giorno per visitare la Sardegna, ma tornando verso Cagliari si potrà passare per dei luoghi selvaggi e incontaminati di Teulada e Domus De Maria. Una volta arrivato a Cagliari in base al tempo che avrai a disposizione potrai decidere se visitare o meno la città.


 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione SARDEGNA iscriviti alla nostra newsletter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*