Sala del Perugino, Firenze

Il museo occupa la Sala Capitolare del convento di Santa Maria Maddalena de’ Pazzi, appartenente in origine alle “convertite o penitenti” dell’ordine benedettino (1257-1442), poi ai cistercensi della Badia a Settimo (1442-1628), infine alle carmelitane di Santa Maria Maddalena de’ Pazzi, che l’abitarono fino al momento delle soppressioni post-unitarie (1866).

Sala del Perugino, Firenze
Sala del Perugino, Firenze

La Sala del Perugino conserva l’affresco con la Crocifissione, la Vergine, San Giovanni, la Maddalena e i Santi Bernardo e Benedetto, eseguito dal Perugino tra il 1493 e il 1496 su committenza di Dionigi e Giovanna Pucci. Nella stessa sala sono conservati anche l’affresco staccato e la sua sinopia con San Bernardo accoglie il corpo di Cristo, eseguito probabilmente nel 1506 da un allievo del Perugino, Sperandio di Giovanni.

La Sala del Perugino è ora accessibile da via della Colonna n.9, ingresso principale del Liceo Michelangiolo. La visita è possibile nei giorni stabiliti ove non coincidano con le festività scolastiche e i periodi di chiusura della scuola.

ORARI
Martedì e giovedì, ore 14,30 – 17,30 nei giorni di apertura scolastica
Nei mesi di luglio e agosto, in coincidenza con la chiusura pomeridiana del Liceo Michelangelo, la Sala del Perugino rimarrà chiusa al pubblico.

Cerca offerte lastminute

Compariamo compagnie aeree ed agenzie di viaggio alla ricerca del miglior prezzo

Firenze cosa fare


 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione FIRENZE iscriviti alla nostra newsletter