Sala del Perugino, Firenze

Il museo occupa la Sala Capitolare del convento di Santa Maria Maddalena de’ Pazzi, appartenente in origine alle “convertite o penitenti” dell’ordine benedettino (1257-1442), poi ai cistercensi della Badia a Settimo (1442-1628), infine alle carmelitane di Santa Maria Maddalena de’ Pazzi, che l’abitarono fino al momento delle soppressioni post-unitarie (1866).

Sala del Perugino, FirenzeSala del Perugino, Firenze

La Sala del Perugino conserva l’affresco con la Crocifissione, la Vergine, San Giovanni, la Maddalena e i Santi Bernardo e Benedetto, eseguito dal Perugino tra il 1493 e il 1496 su committenza di Dionigi e Giovanna Pucci. Nella stessa sala sono conservati anche l’affresco staccato e la sua sinopia con San Bernardo accoglie il corpo di Cristo, eseguito probabilmente nel 1506 da un allievo del Perugino, Sperandio di Giovanni.

La Sala del Perugino è ora accessibile da via della Colonna n.9, ingresso principale del Liceo Michelangiolo. La visita è possibile nei giorni stabiliti ove non coincidano con le festività scolastiche e i periodi di chiusura della scuola.

ORARI
Martedì e giovedì, ore 14,30 – 17,30 nei giorni di apertura scolastica
Nei mesi di luglio e agosto, in coincidenza con la chiusura pomeridiana del Liceo Michelangelo, la Sala del Perugino rimarrà chiusa al pubblico.


Informazioni utili

Cosa vedere a Firenze   Dove dormire a Firenze
Cosa visitare Firenze


Sala del Perugino, Firenze

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione FIRENZE iscriviti alla nostra newsletter