Home » Guide Turistiche » »

Settimana Santa a Taranto, riti e processioni

I riti della Settimana Santa a Taranto con la processione dell'Addolorata,  sono eventi dalla forte partecipazione popolare, ben radicati nella storia e nella cultura della zona per via dell'antica tradizione e del sacrifico anche fisico che impongono ai volontari che animano i giorni che precedono la Pasqua.

Processione dell'Addolorata, Taranto ©Puglia TurismoProcessione dell'Addolorata, Taranto ©Puglia Turismo

La Settimana Santa a Taranto inizia il giorno della Domenica delle Palme, dopo le consuete celebrazioni liturgiche. E' in questa giornata che, per ricordare l'ingresso di Gesù a Gerusalemme, le due confraternite che animano questi riti si incontrano. Si tratta della Confraternita dell'Addolorata e della Confraternita del Carmine. Al centro delle attività principali vi sono le operazioni di assegnazione, all'uno o all'altra confraternita, delle statue da portare in processione, per le quali viene indetta un'asta il cui ricavato è poi destinato ad attività di beneficenza nel corso dell'anno.

Settimana Santa a Taranto: i Perdoni

A dare il via ufficiale alla Settimana Santa a Taranto è l'uscita dei Perdoni intorno alle ore 15, confratelli che in coppia girano per le maggiori chiese della città per visitare i cosiddetti sepolcri, a piedi nudi e in abito tradizionale. Tradizione vuole che i Perdoni simboleggino la figura del pellegrino in cammino verso Roma. Una volta che i Perdoni avranno terminato il loro percorso, con movimenti lenti, pesanti e dondolanti, la popolazione si prepara alla processione dell'Addolorata.

Processione dell'Addolorata di Taranto

La Processione dell'Addolorata è tradizionalmente in partenza dalla Chiesa di San Domenico Maggiore alla mezzanotte tra il Giovedì e il Venerdì Santo. A guidare il fiume di gente c'è la statua della Madonna Addolorata, accompagnata dalle coppie di poste (i Perdoni), da varie altre figure tradizionali e da musica dai toni funebri. La processione dell'Addolorata, che fa pensare alla ricerca disperata da parte della Madonna del suo figlio Gesù, si protrae fino al pomeriggio del Venerdì Santo quando, intorno alle ore 17, anche dalla Chiesa del Carmine tutto è pronto per la Processione dei Misteri.


Processione dei Misteri, Taranto ©Foto Luigi Fiore
Processione dei Misteri, Taranto ©Foto Luigi Fiore

Processione dei Misteri di Taranto

Nella Processione dei Misteri i simboli evidenti della devozione sono le statue che simboleggiano la passione di Gesù; cambiano i soggetti ma non le figure che li attorniano perchè anche qui i Perdoni rivestono un ruolo fondamentale, come pure la Troccola e la banda. La processione dei Misteri fa poi ritorno nella chiesa del Carmine la mattina del Sabato Santo.

Con il termine della Processione dei Misteri, si apre l'ultima fase delle giornate a ridosso di Pasqua: cominciano infatti le ore dedicate alla preghiera e al raccoglimento per riflettere sulla crocifissione di Gesù, in attesa del suonare festoso delle campane alla mezzanotte tra il Sabato e la Domenica. E' questo l'annuncio della Resurrezione di Cristo, momento culminante nel quale terminano i riti della Settimana Santa a Taranto.

Come raggiungere Taranto per i riti della Settimana Santa


Informazioni utili

Nessun commento

Devi essere loggato per lasciare una recensione/commento Login