Palio delle Contrade di Ferrara

E' uno dei momenti più colorati e "caldi" della primavera, il Palio delle Contrade di Ferrara, considerato il più antico del mondo, nato ufficialmente, secondo le fonti, nel 1279.

Palio delle Contrade, Ferrara - Foto Geppy Toglia ©'Ente Palio di FerraraPalio delle Contrade, Ferrara - Foto Geppy Toglia ©'Ente Palio di Ferrara

Si narra, infatti, che già nel 1259, per festeggiare la vittoria dell’esercito pontificio su quello imperiale, il popolo di Ferrara organizzasse corse di fanti, cavalli e somari lungo le vie della città, e che, in tempi successivi, avesse preso piede la tradizione di organizzare corse e cortei per festeggiare anche eventi minori, come nascite e matrimoni. Questa tradizione si consolidò a tal punto che, nel 1279, fu sancito l’obbligo di correre il 23 aprile in onore del patrono San Giorgio e il 15 agosto in onore della Madonna. Oggi, le celebrazioni del Palio si articolano in tre momenti ben precisi:

  • il primo sabato di maggio, i portacolori dei quattro rioni in cui è suddivisa la città antica portano i ceri nella cattedrale, dove vengono benedetti i palii o drappi, che rappresentano il trofeo per i vincitori delle gare.;
  • Il terzo sabato del mese, nel tardo pomeriggio, si svolge per le vie cittadine uno spettacolare corteo storico in costume, in cui sono coinvolti circa un migliaio di partecipanti, che danno vita a spettacoli di canti, balli, piccole piece teatrali nella splendida cornice della piazza del Castello Estense;
  • L’ultima domenica di maggio, le contrade scendono in campo nella piazza Ariostea e si misurano nella corsa delle putte (ragazze), per la conquista del Palio di San Paolo; dei putti (ragazzi) per la conquista del Palio di San Romano; nella corsa con le asine per il Palio di San Maurelio.
Corteo Storico Palio delle Contrade, Ferrara - Foto Geppy Toglia ©'Ente Palio di FerraraCorteo Storico Palio delle Contrade, Ferrara - Foto Geppy Toglia ©'Ente Palio di Ferrara

E infine, nella corsa con i cavalli, la più importante (le regole sono le stesse del Palio di Siena), per la conquista del Palio di San Giorgio, che designa anche il vincitore del Palio di Ferrara.

Pacchetto soggiorno Palio di Ferrara

Grazie alle proposte del Consorzio Visit Ferrara, che mette insieme circa 90 operatori turistici di tutta la Provincia ferrarese, sul sito www.visitferrara.eu, si possono prenotare pacchetti e soggiorni esclusivi, per vivere al meglio il Palio più antico del mondo e i suoi numerosi eventi. Si può scegliere tra le proposte dell’Agenzia di Viaggi Gulliver’s Island, il pacchetto di 1 notte con colazione, pranzo o cena tipica, oltre la disponibilità della bicicletta in occasione della suggestiva Benedizione dei Palii e l’offerta dei Ceri del 6 maggio (da 91 euro a persona), quando le diverse contrade si iscrivono alle corse.

Stessa offerta per il Corteo storico del 21 maggio (da 81 euro).

Per assistere ai giochi giovanili delle bandiere il 7 maggio ed gare degli antichi Giochi delle bandiere estensi, il weekend del 14 e 15 maggio, 2 notti con pranzo o cena tipica, visita guidata alla città e carta turistica MyFe Card, sono invece a partire da 187 euro a persona.

Da 199 euro, lo stesso pacchetto per il fine settimana clou del Palio, dal 27 al 29 maggio, quando in piazza Ariostea si disputeranno le avvincenti corse, che terranno tutti con il fiato sospeso. L’Agriturismo Lepre Bianca mette a disposizione per tutti i weekend di maggio 2 notti per 2 persone con colazione e cena con prodotti biologici da 270 euro.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Emilia-Romagna Ferrara iscriviti alla nostra newsletter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*