Museo storico della motorizzazione militare dell’esercito, Roma

Inserito precedentemente in spazi espositivi estremamente limitati, nel 1991 è stato trasferito nell’attuale sede, dopo il recupero delle infrastrutture preesistenti, in un’area di circa 50 mila mq, molto articolata, con ampi viali, estese zone nel

Inserito precedentemente in spazi espositivi estremamente limitati, nel 1991 è stato trasferito nell’attuale sede, dopo il recupero delle infrastrutture preesistenti, in un’area di circa 50 mila mq, molto articolata, con ampi viali, estese zone nel verde e volumi con struttura a “scheda”, tipica dei primi del secolo, un tempo utilizzati per attività didattiche della Scuola della Motorizzazione Militare.
Nel complesso sono presenti più di trecento unità tra automobili ed autocarri civili e militari d’epoca, sessanta tra mezzi cingolati, blindati e corazzati, e sessanta motocicli d’epoca. Tra i sei padiglioni espositivi è da evidenziare quello intitolato alla “Medaglia d’Oro Arturo mercanti” nel quale sono ubicati la Direzione, una biblioteca-archivio con dati e schede tecniche riferiti a molti mezzi a motore in affidamento all’Esercito, dalle origini ai nostri giorni, nonché materiale fotografico e documentale, una grande carta murale riportante la manovra dinamica attuata dal Generale Cadorna nel Trentino, nell’anno 1916, caratterizzata dal primo massiccio impiego del trasporto automobilistico.
Oltre ad alcuni carri a traino animale del 1914 e del 1916, il Museo annovera pezzi di grande valore ed importanza storica, come gli autocarri Fiat 18 BL, Fiat 15 Ter e Spa 38, nonché due aerei leggeri Piper L 18 e L 21 B, una Fiat 501 Torpedo, un carro veloce L3, un carro M 15-42 e un carro P 40, una rarissima autoblinda Lancia Astura Lince del 1942, un autocarro Spa Dovunque 35, una Fiat 513 modello 4 del 1910, utilizzata da Vittorio Emanuele III per gli spostamenti sul fronte della 1^ Guerra Mondiale, e la famosissima autoambulanza del film “Addio alle Armi”, Fiat tipo 2 del 1910.
La località della Cecchignola è situata nella periferia sud di Roma, a breve distanza dal quartiere dell’Eur ove è visitabile il Museo della Civiltà Romana, il Palazzo della Civiltà del Lavoro e la chiesa dei Santi Pietro e Paolo.

Informazioni su Museo storico della motorizzazione militare dell’esercito

Viale dell’Esercito, 170
00143 Roma (Roma)
0650237374

http://www.esercito.difesa.it
Fonte: MIBACT

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Lazio Roma iscriviti alla nostra newsletter