Museo storico della Liberazione, Roma

Da cinquantanni il Museo storico della Liberazione, con porta San Paolo, il Ghetto e il Mausoleo delle Fosse Ardeatine di Roma, costituisce uno dei luoghi simbolo per la memoria della Resistenza di Roma al Nazifascismo nella sua triplice valenza cittadina, nazionale ed europea.

Museo storico della Liberazione, Roma
Museo storico della Liberazione, Roma

Da cinquantanni il Museo storico della Liberazione, con porta San Paolo, il Ghetto e il Mausoleo delle Fosse Ardeatine di Roma, costituisce uno dei luoghi simbolo per la memoria della Resistenza di Roma al Nazifascismo nella sua triplice valenza cittadina, nazionale ed europea.

Il Museo è impegnato nella raccolta e nella conservazione di documentazione – scritta, visuale, orale e materiale – relativa alla Resistenza, alla deportazione, all’internamento militare, alle stragi e alle vittime civili.
Esso ospita e sostiene iniziative per l’affermazione dei diritti dell’uomo e dei popoli, della libertà e dell’uguaglianza, della convivenza civile e democratica, della pace e cooperazione, della nonviolenza. I visitatori e gli utenti vi trovano un’esposizione permanente e servizi didattici, documentari e di assistenza alla ricerca.

Esso raccoglie ed espone cimeli, documenti, fotografie, opere grafiche e pittoriche, utili a ricostruire e rappresentare persone, aspetti e vicende dell’occupazione nazista di Roma e della lotta di liberazione, armata e non. Inoltre, promuove studi, ricerche, attività didattiche, editoriali e di promozione culturale, anche attraverso l’impiego di strumenti audiovisivi e informatici.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione ROMA iscriviti alla nostra newsletter