Museo storico dei granatieri di Sardegna, Roma

Il Museo storico dei granatieri di Sardegna di  Roma è stato fondato nel 1903. La prima pietra dell’edificio del Museo venne posta il 3 giugno 1922 alla presenza di Vittorio Emanuele III.

Museo storico dei granatieri di Sardegna
Museo storico dei granatieri di Sardegna, Roma

Il Museo storico dei granatieri di Sardegna di  Roma è stato fondato nel 1903. La prima pietra dell’edificio del Museo venne posta il 3 giugno 1922 alla presenza di Vittorio Emanuele III.

Il 3 giugno 1924 (265° anno dell’istituzione del Corpo) il Museo fu inaugurato alla presenza dei regnanti di Casa Savoia.

Nel Museo si possono visitare nelle 15 sale espositive:

  • Armi italiane e straniere delle varie epoche.
  • Fotografie risalenti alla Grande Guerra.
  • Motivazioni di Medaglie d’Oro al Valore Militare.
  • Planimetrie dei luoghi dove i vari reparti dei Granatieri combatterono.
  • Bandiere ed oggetti personali provenienti da donazioni private.
  • Il Sacrario de Granatieri con le iscrizione dei nomi di oltre 8.500 Granatieri caduti in tutte le Guerre.
  • Una statua raffigurante l’incontro a Teano fra Giuseppe Garibaldi e il re Vittorio Emanuele II.
  • Un busto del duca Carlo Emanuele II (1659).
  • Quadri delle storiche battaglie di Goito, Custoza, Mola di Gaeta, e Perugia.
 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione ROMA iscriviti alla nostra newsletter