Museo diocesano dell’arcidiocesi di Trani

Il Museo dell’Arcidiocesi di Trani viene istituito nel 1974 dall'Arcivescovo Giuseppe Carata, con la finalità di allestire tutto il materiale lapideo e scultoreo proveniente dalla Cattedrale demolita e da altre chiese del territorio di Trani.

Museo Diocesano di Trani
Museo Diocesano di Trani

L’innumerevole numero di reperti, impossibile da contenere in un unico ambiente e a cui si sono aggiunti nel tempo alcune donazioni, come quella della collezione archeologica di “Lillo-Rapisaldi”, trovano una sistemazione in due sedi, nel Palazzo Addazi e nell’attiguo Palazzo Lodispoto.

La ricca collezione del Museo dell’Arcidiocesi di Trani si articola in diverse sezioni. Nel Palazzo Lodispoto vi è la Sezione Lapidea “Benedetto Ronchi” comprendente reperti che ricoprono un arco temporale compreso fra il VI sec. d.C. ed il XVIII sec. d.C. In una piccola sala si può ammirare il Tesoro Capitolare comprendente oggetti liturgici.

Al secondo piano dell’edificio sono allestite invece opere degli Arcivescovi della Diocesi, databili fra il XIV sec. d.C. sino ad oggi. La sezione archeologica “Lillo-Rapisaldi”, comprendente reperti preistorici del VI-II millennio a.C.

Nel Palazzo Addazi si trova invece la Sezione Pinacoteca che allestisce al suo interno opere pittoriche derivanti dalla Cattedrale di Trani.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione TRANI iscriviti alla nostra newsletter