Museo di documentazione della civiltà contadina friulana di Colmello di Grotta, Farra d’Isonzo

Sul finire del XVIII secolo la famiglia degli Strassoldo, all’epoca ricchi possidenti di Villanova, nell’attuale Comune di Farra d’Isonzo, fece costruire un luogo di residenza e di lavoro a borgo Colmello di Grotta per una
Sul finire del XVIII secolo la famiglia degli Strassoldo, all’epoca ricchi possidenti di Villanova, nell’attuale Comune di Farra d’Isonzo, fece costruire un luogo di residenza e di lavoro a borgo Colmello di Grotta per una decina di famiglie legate ad essa da contratti di colonato. Queste vi dimorarono fino agli inizi degli anni Sessanta del Novecento quando cominciarono lentamente a trasferirsi altrove. L’insieme degli edifici andò così incontro ad un rapido degrado. L’Amministrazione comunale capì ben presto l’enorme valore di quel luogo e le sue potenzialità. Decise così di realizzare un museo etnografico, grazie anche alle condizioni particolarmente favorevoli alle quali la famiglia Bennati, divenuta proprietaria della tenuta che fu degli Strassoldo, cedette al Comune l’intero fabbricato. Primo ideatore e grande sostenitore di tale progetto fu il compianto prof. Marino Medeot, all’epoca assessore comunale alla cultura e personalità di spicco della scena farrese. L’opera di ristrutturazione ebbe inizio portando all’antico splendore l’insieme dei diversi fabbricati che, pur risalendo ad epoche diverse, furono costruiti con la medesima tecnica. Lo statuto del Museo di Documentazione della Civiltà contadina di Farra d’Isonzo venne approvato nel 1981 e nel 1993 la struttura museale aprì al pubblico con un allestimento che abbraccia diversi ambienti ed aspetti sociali per far comprendere al visitatore come e che cosa fosse il mondo contadino.
Il museo consta di diverse sezioni: alcune di esse ripropongono ambienti domestici come la cucina e la camera da letto, altre presentano botteghe artigianali, come ad esempio quella del fabbro e del falegname, mestieri propri del mondo contadino, altre ancora indagano su alcuni aspetti della società del tempo mentre le ultime si rivolgono alle attività domestiche.
Sezioni:
Cucina
Pesi e misure
Bottaio – Carraio
Ciclo della vite – Cantina
Fabbro – Maniscalco
Calzolaio
Sedia impagliata
Camera da letto 
Nascita delle casse rurali
Religiosità popolare
Cicli delle colture
Allevamento bachi da seta

Informazioni su Museo di documentazione della civiltà contadina friulana di Colmello di Grotta

Strada della Grotta, 8
34070 Farra d’Isonzo (Gorizia)
0481888.567 – 002
cultura@comune.farradisonzo.go.it
http://www.comune.farra.go.it
Il museo è aperto su appuntamento
4,00
 Fonte: MIBACT


Informazioni utili

Cosa vedere a Friuli-Venezia Giulia   Dove dormire a Friuli-Venezia Giulia
Cosa visitare Friuli-Venezia Giulia

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Friuli-Venezia Giulia iscriviti alla nostra newsletter