Museo dell’aviazione, Rimini

Progettato sulla fine degli anni Ottanta da un gruppo di ex ufficiali dell’Aeronautica Militare Italiana, il Parco-Museo è stato inaugurato nel 1994. Tra i più importanti di questo genere in Italia, copre un’area di oltre

Progettato sulla fine degli anni Ottanta da un gruppo di ex ufficiali dell’Aeronautica Militare Italiana, il Parco-Museo è stato inaugurato nel 1994. Tra i più importanti di questo genere in Italia, copre un’area di oltre sessantamila metri quadrati. Qui sono collocati rari esemplari di velivoli: dal Sukoi 7, unico esistente in occidente, al Mig 23 della nota serie russa, unico in Italia. Non meno raro è il Saiman 202 del 1932. Il Corsair II è stato donato dal governo statunitense. Particolarmente ricca la raccolta di documenti, fotografie, oggetti, cimeli, uniformi, onorificenze e distintivi. In un apposito padiglione sono esposte collezioni di medaglie, tra le quali figura quella donata da Mussolini ad Italo Balbo per le transvolate atlantiche del 1930 e del ’33. Una sala è adibita alla proiezione di filmati girati dagli operatori cinematografici dell’epoca. Il museo pubblica inoltre un semestrale, con informazioni e notizie sulla storia dell’aeronautica e sulle attività del Parco Tematico.

Informazioni su Museo dell’aviazione

Via S. Aquilina, 58 – loc. Cerbaiola,
47921 Rimini (Rimini)
0541756696
info@museoaviazione.com

Home

 Fonte: MIBACT

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Emilia-Romagna Rimini iscriviti alla nostra newsletter