Museo della strumentazione storica del Liceo Galvani, Bologna

Ordinato di recente in una vasta aula nell’ala più antica del palazzo costruito dai Gesuiti a fianco della Chiesa di Santa Lucia, oggi sede del Liceo Classico Galvani, il museo raccoglie strumenti e materiali dello

Ordinato di recente in una vasta aula nell’ala più antica del palazzo costruito dai Gesuiti a fianco della Chiesa di Santa Lucia, oggi sede del Liceo Classico Galvani, il museo raccoglie strumenti e materiali dello storico Gabinetto di fisica e di scienze naturali del Regio Liceo Galvani, sorto nel 1860. Nelle diverse sezioni museali si susseguono oggetti dal Settecento ai giorni nostri. Sono esposti strumenti rari come un piccolo planetario settecentesco o la sfera armillare che riproduce il modello tolemaico della sfera celeste. Ancora funzionanti sono galvanometri e macchine elettrostatiche (da segnalare quelle di Wimshurst e di Holtz risalenti all’Ottocento. Non mancano varie testimonianze degli esperimenti scientifici di Galvani. In quello che fu l’atrio è ricostruita un’aula scolastica del Regio Liceo con banchi e cattedra di legno, lavagna, armadi e carte murarie. Le scienze naturali sono rappresentate, in particolare, dall’erbario con piante essiccate facenti parte della collezione di Antonio Federico Polonio. È inoltre allestito un armadio dedicato alla fotografia, che espone apparecchi fotografici storici e due visori fotografici, di cui uno di notevole pregio contenente sessanta diapositive della Grande Guerra, nonché un imponente patrimonio di lastre fotografiche su vetro. Nelle teche lungo le pareti, invece, sono raccolti animali impagliati, minerali, conchiglie ed insetti. Per la didattica delle scienze sono conservati uno scheletro umano e uno di primate.

Informazioni su Museo della strumentazione storica del Liceo Galvani

Via Castiglione, 38,
40121 Bologna (Bologna)
051226461
llgalv@iperbole.bologna.it
http://www.comune.bologna.it/iperbole/llgalo

 Fonte: MIBACT

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Bologna Emilia-Romagna iscriviti alla nostra newsletter