Museo civico di storia naturale di Verona

Palazzo Pompei sede del Museo Civico di Storia Naturale di Verona è uno degli edifici più importanti dal punto di vista storico e architettonico della città.

Museo Civico di Storia Naturale di VeronaMuseo Civico di Storia Naturale di Verona

Commissionato dalla ricca famiglia Lavezzola tra gli anni 1530 e 1550 al geniale architetto Michele Sanmicheli, divenne successivamente proprietà della famiglia Pompei e nel 1833 il Conte Alessandro Pompei lo donò al Comune di Verona per accogliere esposizioni, raccolte d’arte e collezioni scientifiche di notevole prestigio e importanza della città. Il nucleo originario del palazzo venne ampliato, a partire dal 1858, con la progressiva annessione di spazi e case adiacenti.

Nelle ampie stanze del Palazzo trovano oggi posto quattordici sale espositive, la biblioteca, i laboratori, i depositi delle collezioni e gli uffici del Museo.

Il Museo Civico di Storia Naturale di Verona ospita le sezioni scientifiche dedicate allo studio di minerali e rocce, paleontologia e zoologia. Le sezioni di preistoria e botanica sono ospitate nella Palazzina Comando dell’Arsenale Austriaco di Verona.

Il materiale scientifico raccolto dai ricercatori del Museo e da tanti naturalisti nel corso di ormai quasi cinque secoli viene oggi meticolosamente preparato e catalogato, studiato e quindi conservato nelle collezioni o esposto al pubblico nelle sale.

Il Museo svolge quindi un ruolo centrale e determinante nella ricerca scientifica e nella pubblicazione di saggi e testi divulgativi. Molto attiva è anche la sezione didattica e comunicazione che ha come scopo la divulgazione della cultura naturalistica tra i vari gruppi di pubblico (scuole, adulti, famiglie, associazioni, ecc.).

Una sezione del Museo Civico di Storia Naturale di Verona è dedicata ai fossili di Bolca: la più straordinaria testimonianza dell’evoluzione della Terra impressa nella roccia come sulle pagine di un libro. Dalla località di Bolca sui Monti Lessini, a 50 km da Verona, provengono esemplari fossili di oltre 250 specie animali e 200 vegetali, affascinante spaccato della vita sulla Terra 50 milioni di anni fa.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Veneto Verona iscriviti alla nostra newsletter