Mostra permanente degli antichi mestieri e della civiltà contadina di Assisi

Nata dalla passione della famiglia Fortini per gli oggetti antichi di ogni tipologia, la mostra contra oltre 3000 pezzi legati alla realtà rurale e locale di un tempo. Il museo raggruppa oggetti, attrezzi che per
Mostra permanente degli antichi mestieri e della civiltà contadina di Assisi, AssisiMostra permanente degli antichi mestieri e della civiltà contadina di Assisi, Assisi

Nata dalla passione della famiglia Fortini per gli oggetti antichi di ogni tipologia, la mostra contra oltre 3000 pezzi legati alla realtà rurale e locale di un tempo. Il museo raggruppa oggetti, attrezzi che per tipologia e funzionalità sono raggruppati per sezioni tematiche e che ricostruiscono aspetti del mondo rurale e artigiano. Attraverso il corredo degli oggetti è possibile rivisitare la bottega del fabbro, del falegname, del calzolaio, del bottaio e del boscaiolo; vi si trova anche la ricomposizione della cantina del contadino e della sua cucina corredata di tutti le sue suppellettili. Vi sono sezioni dedicate ai pesi, alle misure, alla stalla, ai lavori nei campi e alla tessitura attraverso il telaio.

Il visitatore è infine catturato dalla ricostruzione verosimile di una vecchia aula scolastica degli inizi ‘900 con le cartelle, i quaderni, i libri, i vecchi banchi, i calamai, le penne, le pagelle, i giocattoli ecc.

La mostra permanente degli antichi mestieri e della civiltà contadina propone visite guidate durante tutto l’anno rivolte a scolaresche di ogni ordine e grado. Sono inoltre organizzate, su richiesta e in base alle condizioni metereologiche, alcune rievocazioni di mestieri e di attività ormai scomparse come la trebbiatura a mano, la filatura, il vaglio delle sementi e altre attività praticate anticamente nelle campagne

Informazioni su Mostra permanente degli antichi mestieri e della civiltà contadina di Assisi

Loc. Pian della Pieve, 55
06081 Assisi (Perugia)
075 802145
info@agriturismocasanuova.it/museo
http://www.agriturismocasanuova.it
Fonte: MIBACT

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione UMBRIA iscriviti alla nostra newsletter