MACA – Museo Arte Contemporanea Acri

MACA - Museo Arte Contemporanea Acri, AcriMACA - Museo Arte Contemporanea Acri, Acri

Il museo è stato realizzato all’interno del Palazzo Sanseverino, imponente edificio fatto edificare da Giuseppe Leopoldo Sanseverino e costruito dall’ingegnere Stefano Vangieri di Rogliano tra il 1707 ed il 1717. Fu decorato nell’ultimo trentennio del secolo dal pittore Donato Vitale e dai suoi seguaci. Fu dimora del Sanseverino fino al 1726 ed in seguito del figlio fino la fine dei suoi giorni. Il palazzo cadde in abbandono intorno al 1806. Alla fine dello stesso secolo, ormai decadente, venne acquistato dalla famiglie Falcone e Zanfoni. Il comune di Acri lo acquisì nel secondo ‘900, iniziandone il restauro nel 1986 e consegnandolo alla cittadinanza nel 2000. Dal 2006 l’edificio ospita in modo permanente la collezione di Vigliaturo affiancata da un’esposizione estemporanea dello stesso artista in cui vengono esposte le opere e sperimentazioni più recenti dello stesso. L’edificio è suddiviso in un piano terra e tre piani rialzati per un totale di 3 mila metri quadri di spazio espositivo. E’ circondato da un giardino ed al suo interno cela un ampio cortile. Nel piano terra trova collocazione la Sala delle Colonne. Sulla costruzione delle stesse colonne numerosi dubbi hanno impedito finora di fissarne una datazione: il colonnato, sicuramente di epoca anteriore alla costruzione del palazzo, non ha nulla a che fare con la struttura dell’edificio. Nello stesso locale altro mistero è rappresentato da un affresco contenente diversi simboli che non ne hanno permesso l’identificazione; leggibile è pero la raffigurazione dello stemma Sanseverino. Sempre al piano terra si trova la Sala estemporanea in cui vengono esposte le opere recenti di Vigliaturo.

Informazioni su MACA – Museo Arte Contemporanea Acri

Piazza Falcone, 1
 Acri (Cosenza)
0984.953309 / 011.9422568
info@museomaca.it
http://www.museomaca.it
Fonte: MIBACT

Clicca su una stella per votare!

Voto medio / 5. Voti:

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Acri Calabria iscriviti alla nostra newsletter