L’Austria in camper, aree di sosta e informazioni utili

L'Austria è un piccolo eldorado per camperisti e campeggiatori; in tutte le sue nove regioni si trovano campeggi e aree attrezzate in buon numero e di buon livello, in grado di soddisfare qualunque tipo di esigenza.

Percorso suggestivo in Austria per camperisti
Percorso suggestivo in Austria per camperisti

Sommario

Annualmente, l’Ente Nazionale per il Turismo Austriaco pubblica e distribuisce agili e utili brochure con cartina, in cui vengono recensiti tutti i campeggi su base regionale, con indirizzi, telefoni e la gamma completa di servizi. Per poterle avere dall’Italia, si può contattare il numero 840 99 99 18 o scrivere a vacanze@austria.info. In loco, questi opuscoli sono reperibili presso gli uffici del turismo, i club automobilistici o le sedi delle associazioni dei camperisti, sotto riportate.

Camper in Austria, Questione di Vignette

Per i camper in Austria, come per le autovetture, è necessaria la Vignette o carnet de passage, un contrassegno adesivo da apporre sul parabrezza, che dà diritto alla circolazione su autostrade e superstrade. Si può acquistare nelle stazioni di servizio in frontiera, presso i club automobilistici di riferimento o quelli austriaci, gli uffici postali e le tabaccherie. Per le roulotte non è invece necessario alcun contrassegno.

Campeggi in Austria

Nonostante siano numerosi, ben distribuiti territorialmente e, generalmente, con un ampio ventaglio di servizi, i campeggi a Vienna o i camping di Innsbruck e, più in generale i camping austriaci. non sono soggetti a una classificazione ufficiale (non ci sono stelle o altro); è quindi buona norma, prima di partire, telefonare, scrivere o consultare i siti internet, di cui la stragrande maggioranza è dotata, per conoscerne il profilo dettagliato. Quasi tutti i campeggi in Austria applicano sconti agli iscritti alle associazioni di settore in possesso della International Camping Card. Oltre ad essere comode basi per andare alla scoperta di un territorio ricco di attrattive, i campeggi austriaci, nella loro generalità, si rivelano particolarmente attenti alle diverse tipologie di ospiti (famiglie, disabili, piccole comitive..), riservando vantaggi e servizi mirati, come, per es., tariffe scontate per i bambini, o assenza di barriere architettoniche. Diversi campeggi in Austria, inoltre, complice l’ubicazione in aree paesaggistiche intatte, in riva a laghi, ai limiti di boschi e foreste, alle falde di suggestive vette alpine, o il fatto di avere a portata piste ciclabili e impianti di risalita, sono piccoli paradisi per gli sportivi e gli amanti della vita all’aria aperta.

Campeggi Innsbruck

A soli 5 km dal centro storico di Innsbruck, in Tirolo, segnaliamo il Camping Innsbruck-Kranebitten (tel. 0043 (0) 512-284180 , tariffe giornaliere da 20,10 euro), incorniciato da un fitto bosco, con sentieri che si snodano in tutte le direzioni. Il campeggio, dislocato su un’area di 30mila metri quadrati, con 120 comode piazzole, riserva un occhio di riguardo ai bambini, che hanno a disposizione un’ampia e attrezzata area giochi, e agli amanti della montagna, con gite ed escursioni guidate gratuite.

Campeggi Carinzia

A Hermagor, in Carinzia, un paesino a soli 40 km dal confine italiano, c’è il Naturpark Schluga Seecamping (tel. 0043- (0) 4282-2051, tariffe giornaliere da 24.40 euro), annidato nel comprensorio sciistico più grande della regione e, per questo, aperto praticamente tutto l’anno. In inverno, durante le feste natalizie, riserva tariffe e condizioni vantaggiose e skibus gratuito da e per gli impianti o le piste da fondo.

Nei pressi di Badgastein, inossidabile stazione sciistica e termale del Salisburghese, si annida il Pub Gastein ( tel.0043- (0) 6434-2178, tariffe giornaliere da 16,30 euro), aperto anche questo tutto l’anno, dotato di strutture moderne e confortevoli, e ottimo per chi ama gli sport invernali.

Campeggi Vienna

Nella prima cintura di Vienna, a poche decine di minuti dal centro, spuntano invece il Camping Neue Donau, vicino alla “Donauinsel”, l’isola sul Danubio, uno dei luoghi di svago più amati dai viennesi (tel. 0043-1-202 4010, tariffe giornaliere da 25 euro) e il Camping Wien West, ai margini della regione dei boschi (tel. 0043-1-914 2314  ; tariffe giornaliere da 20, 50 euro), base comodissima per escursioni al castello di Schonbrunn e alla Riserva Naturale di Lainz. Entrambi hanno servizi all’avanguardia, comodi accessi alle piste ciclabili, ai mezzi pubblici per il centro e, in determinati periodi dell’anno, riservano pacchetti e condizioni particolarmente convenienti.

Austria in camperAustria in camper

Sosta camper Austria, alcuni divieti

Fuori dalle aree di campeggio e dalle stazioni di servizio autostradali, è possibile fermarsi presso un’area di sosta e accamparsi solo con il permesso del proprietario del terreno. Sempre fuori dalle suddette aree, è assolutamente vietato pernottare a Vienna, in Tirolo, nelle oasi naturali protette e quando esiste uno specifico divieto regionale. Non è inoltre mai possibile utilizzare sedie e tavoli all’aperto, come in un campeggio.

Camper Austria, noleggio

I centri di noleggio specializzati sono dislocati un po’ dappertutto. Tra i più comodi e attrezzati segnaliamo Campingwelt Falle, a Villach, in Carinzia, vicino al confine italiano (tel.0043-4242-32540, www.falle.at/) ; Wohnmobilverleih Tirol, a Innsbruck, in Tirolo (tel. 0043-0512-261347, www.wohnmobilverleih-tirol.at/) . E, a Vienna, Rino (tel. 0043-1-2706384  fax 0043-1-2926214); Scheiber Reisemobile (tel.e fax 0043-1-8025405); Star Caravan (tel. 0043-2246-34111, www.star-caravan.at/).

Le principali associazioni di Camperisti in Austria

*Camping und Caravanningclub Austria, Mariahilfer Strasse 180, A-1150 Vienna, tel. 0043-1- 891 21/222, e-mail: cca@arboe.or.at .
*Osterreichischer Campingclub, Schubertring 1-3, A1010 Vienna, tel.0043-1- 713 61 51, e-mail: campingclub@oeamtc.at.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione VIENNA iscriviti alla nostra newsletter

4 Commenti

  1. salve desidero sapere se un camper dell 82 perfettamente a norma ma euro2 puo entrare a vienna xke mi dovrei recare alla wiener stadthalle -vogelweidplatz 14 x un concerto di andre rieu il 12 giugno 2020 grazie

  2. Buonasera, dovendo recarmi nella Repubblica Slovacca, e partendo da Como devo obbligatoriamente fermarmi a dormire in Austria, sapete se ci sono problemi di fermata a dormire sul camper? Preciso che siamo tutti e tre vacinati con greenpass.

    • Buonasera Flavio.
      Le ultime informazioni sull’Austria (dal sito della Farnesina) sono le seguenti:
      Dal 1° luglio 2021, l’ingresso in Austria è sottoposto alle seguenti regole, ai fini del contenimento della pandemia di Covid 19.

      Ingresso da Paesi considerati a basso rischio Covid. Per i viaggiatori in ingresso in Austria che nei 10 giorni precedenti abbiano soggiornato esclusivamente in Austria o in Albania, Andorra, Arabia Saudita, Armenia, Australia, Azerbaigian, Belgio, Bosnia-Erzegovina, Brunei, Bulgaria, Canada, Cipro, Corea del Sud, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Giappone, Giordania, Grecia, Hong Kong, Irlanda, Islanda, Israele, ITALIA, Kosovo, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Macao, Macedonia del Nord, Malta, Moldavia, Monaco, Montenegro, Norvegia, Nuova Zelanda, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Qatar, Repubblica Ceca, Romania, San Marino, Serbia, Singapore, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Taiwan, Tailandia, Ungheria, USA, Vaticano e Vietnam, è richiesto:
      (a) certificato o test, in lingua inglese o tedesca, attestante la negatività al Covid 19. Il test (presentato direttamente o tramite certificato) deve essere stato effettuato nelle 72 ore precedenti l’ingresso nel Paese, in caso di test molecolare, nelle 48 ore precedenti l’ingresso nel Paese, in caso di test antigenico. Se sprovvisti di tale test/ certificazione al momento dell’ingresso in Austria, il test molecolare o antigenico deve essere effettuato nelle 24 ore successive. Per ulteriori dettagli, si rimanda alla sezione Mobilità di questa scheda;
      (b) oppure, certificato, sempre in lingua inglese o tedesca, attestante la guarigione da un’infezione Covid 19 contratta negli ultimi 6 mesi;
      (c) oppure, certificato, sempre in lingua inglese o tedesca, attestante l’avvenuta vaccinazione al Covid 19. A tal fine, vengono considerati validi i vaccini autorizzati dall’EMA (Agenzia Europea del Farmaco) oppure elencati nell’Emergeny Use List dell’OMS). Il vaccino deve essere stato inoculato in un intervallo di tempo che va dai 21 giorni ai 9 mesi precedenti l’ingresso nel Paese (non è valido ai fini dell’ingresso in Austria un vaccino inoculato meno di 21 giorni o più di 9 mesi prima). È sufficiente la prima dose. Il calcolo dei 9 mesi decorre dalla somministrazione della prima dose, se il vaccino prevede più somministrazioni.
      Permane dunque (se non in possesso di certificazione attestante la vaccinazione o la guarigione dal Covid 19 nei termini sopra indicati) l’obbligo di essere in possesso di un test Covid negativo (effettuato nelle 72 ore precedenti se molecolare, nelle 48 ore precedenti se antigenico) al momento dell’ingresso in Austria, o di effettuarlo nelle 24 ore successive. Il possesso di test o di certificato di guarigione o di vaccinazione nei termini sopra indicati esonera dalla quarantena, a condizione che si sia stati esclusivamente in Austria o un uno dei Paesi sopra elencati nei 10 giorni precedenti (altrimenti la quarantena va fatta).

      Inoltre, dal 9 giugno 2021, in provenienza dai Paesi sopra indicati, chi è in possesso di un test Covid negativo o di certificazione di vaccinazione o di guarigione dal Covid (nei termini ed alle condizioni sopra indicati per ciascuna delle tre ipotesi) e, inoltre, è stato esclusivamente in Austria o in uno dei Paesi sopra elencati nei 10 giorni precedenti l’ingresso in Austria non è più tenuto alla pre-registrazione on line. Chi non è in possesso di uno dei tre attestati di cui sopra (e dunque dovrà fare il test entro le 24 ore) è/o è stato in altri Paesi (diversi da quelli sopra elencati e dall’Austria) nei 10 giorni precedenti è invece ancora tenuto alla pre-registrazione on line, al sito https://entry.ptc.gv.at/, da effettuare nelle 72 ore precedenti l’ingresso nel Paese. La conferma della registrazione viene generata automaticamente dal sistema e deve essere presentata, in formato cartaceo o digitale, su richiesta delle autorità in caso di controlli. In sintesi, le stesse condizioni che esonerano dalla quarantena esonerano adesso anche dalla pre-registrazione on line, ma devono essere possedute al momento dell’ingresso nel Paese.
      Dal 3 agosto 2021 tutte le persone non vaccinate che entrano/rientrano in Austria dai Paesi Bassi, dalla Spagna o da Cipro devono essere munite di un test molecolare (tampone PCR) negativo. I controlli avvengono presso gli aeroporti austriaci. Le persone sprovviste di test molecolare negativo devono registrarsi ed effettuare immediatamente un tampone PCR in aeroporto o, in casi eccezionali, nelle 24 ore successive. Sono esentate dal tampone le persone vaccinate nonché le persone guarite da un’infezione Covid negli ultimi 90 giorni. Per attestare tale guarigione occorre un certificato emesso non prima di 14 giorni dall’insorgere dei sintomi o dalla diagnosi e non prima di 48 ore dalla scomparsa dei sintomi stessi, qualora presenti.
      Ulteriori informazioni le trova qui.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*