Itinerario del Canal Grande di Venezia

Un suggestivo itinerario che corre lungo la laguna veneziana. Un percorso che attraversa il Canal Grande di Venezia, costeggiando palazzi nobiliari e sotto passando ponti, per concludersi nella suggestivo bacino San Marco.

Canal Grande, Venezia - Foto di Gerhard Gellinger
Canal Grande, Venezia - Foto di Gerhard Gellinger

Sommario

Venezia è una città unica al mondo che ha bisogno di un po’ di tempo a disposizione per essere visitata. Raggiungere i vari luoghi della città è molto semplice. Potreste usufruire dei motoscafi che fanno servizi taxi a Venezia oppure, in caso di maggiore tempo a disposizione, godervi un itinerario lungo il Canal Grande, tra sotto passi di ponti e architettura veneziana. Il nostro itinerario di un giorno parte dal Canal Grande e si conclude nel bacino di San Marco.

Lungo questo itinerario avrete modo di sostare sui vari pontili, punto di attracco per i vari palazzi disseminati in questo percorso.

Itinerario di un giorno a Venezia

Canal Grande

Il nostro itinerario parte proprio dal Canal Grande, la maggiore via d’acqua di Venezia. Lungo 3800 metri con una larghezza variabile tra i 30 e 70 metri, il Canal Grande si snoda da nord a ovest e da sud a est, formando un circuito a lettera “S”. Il Canal Grande è punteggiato da edifici nobiliari che hanno origine nel tredicesimo secolo, fino al diciottesimo. Caratteristica dei palazzi sono i pali da ormeggiano che spesso mostrano gli stemmi delle famiglie nobili veneziane.

Ponti di Venezia

Ponte degli Scalzi

Il primo dei ponti che incontriamo, lungo il nostro percorso del Canal Grande, è quello degli Scalzi, interamente rifatto nel 1934.

Ponte di Rialto

E’ senza dubbio il ponte più noto di Venezia e rappresenta uno dei tre che sovrastano il Canal Grande. Il Ponte di Rialto presenta un unico arco e fu costruito sul finire del XVI secolo da Antonio da Ponte.

Ponte dell’Accademia

Il terzo ponte del Canal Grande è quello dell’Accademia. Anche questo, come il Ponte degli Scalzi, è stato rifatto in epoca moderna (1934) in sostituzione di quello in ferro del XIX secolo. Presenta una struttura in legno.

Riva sinistra Canal Grande

Sulla riva sinistra del Canal Grande, all’inizio del nostro itinerario, si trova la stazione ferroviaria di Venezia Santa Lucia, inaugurata nella seconda metà dell’ottocento ma ricostruita nel dopoguerra. Nei pressi si trova la chiesa Gli Scazi, che nel XVII fu realizzata da una comunità di Carmelitani che qui trovò rifugio. Lungo la riva sinistra del Canale Grande si trovano una serie di palazzi di grande pregio e interesse architettonico. Eccone alcuni.

Palazzo Vendramin Calergi: Casinò Municipale

Il Palazzo Vendramin Calergi è il palazzo dove morì Richard Wagner nel 1883 ed è sede del Casinò Municipale. In stile rinascimentale, il palazzo fu progettato da Mauro Codussi.

Ca’ d’Oro

Sede della Galleria Giorgio Franchetti si presenta con una struttura gotica che ha subito dei cambiamenti durante il XIX secolo. Il pontile porta il nome omonimo.

Ca’ de Mosto

Si tratta di una struttura fondaco che risale al duecento ma che ha subito, con il tempo, una serie di sopraelevazioni. Nota per aver ospitato, dal ‘500 a ‘700, l’albergo Leon Bianco. Pontile del Rialto.

Palazzo Grimani

Sede di alcuni uffici giudiziari, il palazzo Grimani si presenta a tre piani con architettura rinascimentale. Fu realizzato da Michele Sammichele e presenta ampie arcate e colonne.

Palazzo Corner Spinelli

Un vero capolavoro di architettura dei primi anni del rinascimento, il palazzo Corner Spinelli fu progettato da Mauro Codussi alla fine del XV secolo. Pontile Sant’Angelo.

Palazzo Grassi

Sede della fondazione Grassi, il palazzo presenta un’architettura barocca. Realizzato da Giorgio Massari, il palazzo ospita mostre d’arte e importanti eventi.

Palazzo Corner della Ca’ Granda

Sede della Prefettura, il palazzo fu realizzato dall’architetto Jacopo Sansovino. Il pontile di riferimento è quello di Santa Maria Zobenigo.

Canal Grande e Ponte di Rialto, Venezia - Foto di Ruth ArcherCanal Grande e Ponte di Rialto, Venezia - Foto di Ruth Archer

Riva destra Canal Grande

Sulla riva destra del Canal Grande di Venezia si affacciano altrettanto palazzi di grande pregio. Pontile di riferimento di partenza è quello di Santa Chiara che è a servizio del piazzale Roma, dove si trova il Ponte della Libertà che unisce Mestre alla città di Venezia. Ecco cosa vedere sulla riva destra del Canal Grande.

Fondaco dei Turchi

Il Fondaco dei Turchi è il palazzo che ospita il Museo di Storia Naturale. L’architettura veneto-bizantina è stata ritoccata in modo consistente, a partire dalla seconda metà dell’ottocento.

Ca’ Pesaro

Palazzo barocco iniziato da Baldassarre Longhena nella prima del seicento e terminato, circa un secolo dopo, da Antonio Gaspari. E’ la sede del Museo dell’arte Orientale e della Galleria internazionale d’arte Moderna.

Ca’ Corner de la Regina

Struttura con due piani di logge realizzata da Domenico Rossi nella prima metà del settecento, Ca’ Corner è la sede dell’Archivio Storico della Biennale di Venezia. Pontile san Silvestro.

Palazzo Papadopoli

Il palazzo Papadopoli ha una struttura molto sontuosa che risale alla prima parte del cinquecento. Presenta due ampie logge.

Ca’ Foscari

Otto arcate e due logge per questo palazzo iniziato nei primi anni della seconda metà del quattrocento. Sede dell’università Ca’ Foscari si presenta in stile gotico veneziano.

Ca’ Rezzonico

Costruzione barocca iniziata da Baldassare Longhena, fu portato a termine da Antonio Massari. E’ sede del Museo del settecento veneziano. Pontile omonimo.

Palazzo Cini

Sede della Collezione Vittorio Cini che raccoglie dipinti di scuola toscana dal duecento al quattrocento, il palazzo Cini si presenta con facciata rinascimentale.

Palazzo Dario e Santa Maria della Salute

Il palazzo Dario presenta un’architettura rinascimentale con tre logge, realizzata da Pietro Lombardo. Accanto si trova Santa Maria della Salute, realizzata da Baldassarre Longhena nella seconda metà del seicento, in stile barocco. Pontile della Salute.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione VENEZIA iscriviti alla nostra newsletter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*