I musei di Monaco Monte Carlo

Vicino alla piazza del Municipio, in rue Basse 27, c'è lo storico Musée de Cire, il museo delle cere, con riproduzioni di personaggi dal XIII secolo ai giorni nostri.

Attraversati i Jardin St-Martin, si arriva al grandioso Musée Océanographique (museo oceanografico), aperto nei mesi estivi dalle 9 alle 21 e negli altri periodi dalle 9.30 alle 19, diretto fino alla morte da Jacques Cousteau. Fu inaugurato nel 1910 da uno dei sovrani monegaschi più amati: Alberto I, soprannominato il Principe Navigatore per la sua sconfinata passione per gli oceani. Si articola su due piani e d’estate si possono solcare le acque sottostanti a bordo di un sottomarino per turisti. Il fiore all’ochiello rimane l’acquario, con le 90 vasche alimentate da acqua marina che ospitano specie rare e comuni. Interessante anche l’esemplare di barriera corallina vivente che proviene da Gibuti. Il museo è meta costante di studiosi e scolaresche, grazie al suo massiccio corredo di strumenti didattici e audiovisivi. Un museo tutto naturale sono inoltre le grotte de l’Observatoire, collegate ai Jardin Exotique, regno di fantasmagoriche stallattiti e stalagmiti.Vicinissimo anche il Musée d’Antropologie Préhistorique che raccoglie i numerosi reperti di epoca preistorica rinvenuti in zona.

Clicca su una stella per votare!

Voto medio / 5. Voti:

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Montecarlo Principato di Monaco iscriviti alla nostra newsletter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*