I dintorni di Monte Carlo

Tornati sulla statale N7, si può prendere la D53 che si insinua nel ventre delle Alpi Marittime e regala panorami magnifici. Inforcando la D2564 o Grande Corniche, si arriva a La Turbie.

Borgo svettante sopra Montecarlo, che si può raggiungere anche con l’autostrada uscendo allo svincolo La Turbie-Monaco. Su di un pianoro si alza il famoso Trophée des Alpes, una delle vestigia più imponenti e più importanti della dominazione romana, risalente al 6 sec. a.C. Le cave circostanti di pietra bianca fornirono la materia prima per edificarlo (con la stessa sono stati costruiti la cattedrale e il Museo Oceanografico di Monaco) in occasione della vittoria di Augusto in Gallia. In origine il monumento, alto 50 metri e scandito da 24 colonne doriche, sosteneva una gigantesca statua dell’imperatore, che nei secoli andò distrutta e l’intero complesso danneggiato, finchè non intervennero i restauri a preservare gli attuali 35 metri d’altezza per 38 di larghezza. Nel verdissimo parco in cima a uno spuntone roccioso, si può visitare il museo allestito per conservare i tanti reperti trovati in zona e si può ammirare una ricostruzione in scala dell’originario Trophée (apertura quotidiana dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 19.30). La Turbie è un paesino incantevole, dell’antica cerchia muraria sopravvivono due porte e numerosi edifici che vanno dall’XI al XIII secolo e una chiesa barocca del Settecento. Proseguendo sulla Grande Corniche che si congiunge alla D45, si arriva a un borgo medievale  di grande atmosfera: Eze. Il suo passato movimentatissimo gli ha regalato un aspetto più che singolare, con tutto un susseguirsi di scalinate, vie, passaggi angusti, gallerie che attraversano abitazioni, giardini pensili e un pittoresco contorno di rupi da cui si cattura il Mediterraneo. La Rue du Barri è la via principale, zeppa di negozietti, laboratori artigianali e punti di ristoro.

Clicca su una stella per votare!

Voto medio / 5. Voti:

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Montecarlo Principato di Monaco iscriviti alla nostra newsletter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*