Foro romano e Palatino, Roma

Foro romano e Palatino
Foro romano e Palatino, Roma

FORO ROMANO
La valle del Foro tra i sette colli di Roma era anticamente una palude. Dalla fine del VII secolo a.C. dopo la bonifica della palude nella valle fu realizzato il Foro Romano che fu il centro della vita pubblica romana per oltre un millennio.

Nel corso dei secoli furono costruiti i vari monumenti: dapprima gli edifici per le attività politiche, religiose e commerciali, poi durante il II sec. a.C. le basiliche civili, dove si svolgevano le attività giudiziarie.

Alla fine dell’età repubblicana, l’antico Foro Romano era ormai insufficiente e inadeguato a svolgere la funzione di centro amministrativo e di rappresentanza della città. Le varie dinastie di imperatori aggiunsero solo monumenti di prestigio: il Tempio di Vespasiano e Tito e quello di Antonino Pio e Faustina dedicati alla memoria degli imperatori divinizzati, il monumentale Arco di Settimio Severo, costruito all’estremità occidentale della piazza nel 203 d.C. per celebrare le vittorie dell’imperatore sui Parti.

L’ultimo grande intervento fu realizzato dall’imperatore Massenzio ai primi anni del IV secolo d.C. Massenzio fece costruire il Tempio dedicato alla memoria del figlio Romolo e l’imponente Basilica sulla Velia che fu ristrutturata alla fine del IV secolo d.C. L’ultimo monumento realizzato nel Foro fu la Colonna eretta nel 608 d.C. in onore dell’imperatore bizantino Foca.

PALATINO
Secondo la tradizione antica, sul Palatino sorgeva il primo insediamento della città di Roma, fondata da Romolo intorno alla metà dell’VIII secolo a.C. Gli scavi hanno riportato alla luce resti di capanne e tombe dell’Età del Ferro e, recentemente, la fortificazione più antica, che risale all’VIII secolo a.C.

Sede di importanti culti cittadini, tra cui quello della Magna Mater (Cibele), fra il II e il I secolo a.C., il colle divenne il quartiere residenziale dell’aristocrazia romana. A questo periodo risale la Casa dei Grifi, celebre per le sue pitture. Qui si trovano le case private di Augusto e di Livia.

L’imperatore Augusto rese il Palatino sede ufficiale del potere e iniziò la costruzione dei palazzi imperiali, in seguito ristrutturati e ampliati dai suoi successori. Nell’area del Palazzo dei Cesari ha sede il Museo Palatino, dove sono esposti i corredi delle tombe dell’età del Ferro ed opere provenienti dalle residenze degli imperatori, tra cui le pitture dell’Aula Isiaca.

Biglietti:
Biglietterie: l.go Salara Vecchia e v. di S.Gregorio,30
Colosseo/Palatino/Foro Romano: biglietto unico
Intero € 12,00
Ridotto € 7,50 per i cittadini della Unione Europea tra i 18 e i 24 anni e per docenti dell’Unione Europea;
Gratuito: visitatori minori di anni 18 dell’U.E.

*Ingresso:
Orario di apertura: 8.30
Orario di Chiusura:
Autunno/inverno
dall’ultima domenica di ottobre al 15 febbraio: ultimo ingresso 15.30 con uscita 16.30;
dal 16 febbraio al 15 marzo: ultimo ingresso 16.00 con uscita 17.00;
dal 16 marzo all’ultimo sabato di marzo: ultimo ingresso 16.30 con uscita 17.30
Primavera/ Estate
dall’ultima domenica di marzo al 31 agosto: ultimo ingresso 18.15 con uscita 19.15;
dal 1 settembre al 30 settembre: ultimo ingresso 18.00 con uscita 19.00;
dal 1 ottobre all’ultimo sabato di ottobre: ultimo ingresso 17.30 con uscita 18.30
Chiuso il 1 gennaio, 1 maggio e 25 dicembre

Casa di Augusto – Casa di Livia
Aperte al pubblico tutti i giorni, con ingressi contingentati, per gruppi di 20 persone con guida propria o con guida della società Coopculture. La visita deve essere prenotata tramite la società Coopculture che cura il servizio informazioni e prenotazioni per conto di questa Soprintendenza al numero di telefono (+39) 06 39967700 (dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 18.00; il sabato dalle 9.00 alle 14.00) o sul sito internet www.coopculture.it.

Arcate Severiane sul Palatino

Aperte al pubblico nelle giornate di martedì, giovedì e venerdì secondo il seguente calendario:
dal 16 febbraio al 15 marzo: dalle ore 8.30 alle ore 16.30
dal 16 marzo all’ultimo sabato di marzo: dalle ore 8.30 alle ore 17.00
dall’ultima domenica di marzo al 31 agosto: dalle ore 8.30 alle ore 18.45
dal 1 settembre al 30 settembre: dalle ore 8.30 alle ore 18.30
dal 1 ottobre all’ultimo sabato di ottobre: dalle ore 8.30 alle ore 18.00
dall’ultima domenica di ottobre al 15 febbraio: dalle ore 8.30 alle ore 16.00

Casa delle Vestali
Tempio di Venere e Roma
Museo Palatino

sono aperti tutti i giorni ma, vengono analogamente chiusi 30 minuti prima della chiusura dell’area archeologica.

Si segnala che in situazioni straordinarie di personale ridotto, può accadere che l’area rimanga chiusa nei giorni di prevista apertura

Accessibilità
L’accesso all’area del Foro Romano può avvenire:
• dall’ingresso di Largo della Salaria Vecchia n. 6, lungo via dei Fori imperiali,
con un ascensore per superare il dislivello di circa 6,50 metri tra il piano stradale e il Foro Romano.
• dall’elevatore collocato presso l’Arco di Tito.
Sono presenti servizi igienici idonei.
info 06. 699841

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione ROMA iscriviti alla nostra newsletter