Ferrara in bicicletta, itinerari e percorsi in città

Uno dei modi più piacevoli per visitare Ferrara è quello di farlo in bicicletta, in sella a una comoda "biga", come sono chiamate localmente le due ruote, proprio come fanno gli abitanti.

Ferrara in biciFerrara in bici

Ferrara è una delle città più “biciclettare” d’Italia, con un traffico urbano rappresentato per il 30% proprio dalle due ruote e con punti di noleggio sparsi in tutte le zone.

Itinerario Ferrara in bici

Un itinerario piacevole, da fare in bici a Ferrara,  e che offre una ricca visione d’insieme della città estense, parte da Porta Paula e dalle Mura del settore medievale; tocca la chiesa di San Giorgio, il primitivo fulcro urbano; sfila davanti al monastero di Sant’Antonio in Polesine, dove sono custoditi preziosi affreschi di scuola giottesca; al Palazzo di Ludovico il Moro, sede del Museo Archeologico Nazionale.

A Palazzo Schifanoia, un tempo luogo di svago e ozi degli Estensi, a un tiro di schioppo dal centro e dal Po, con il suo strabiliante Salone dei Mesi, dove trionfa uno dei cicli pittorici più famosi e significativi dei rinascimento italiano.

A Casa Romei, meraviglioso esempio di casa gentilizia quattrocentesca, per poi tuffarsi tra le viuzze intriganti del Ghetto Ebraico, sfociare nella piazza della Cattedrale, imponente e solenne, col suo bel campanile in marmo bianco e rosa, attribuito a Leon Battista Alberti.

Una breve pedalata, ed ecco il Castello Estense, simbolo e orgoglio della città, un’opera mastodontica che, allo stesso tempo, sa essere severa fortezza e gentile residenza. Oggi sono visitabili una cinquantina di ambienti, che raccontano le vicende dei Duchi d’Este e di un’eccezionale stagione del Rinascimento. 

Proseguendo con l’itinerario in bici per Ferrara, ecco Borgo Leoni e piazza Ariostea, Poi si pedala tra il verde e la pace dei grandi Orti e si guadagnano le Mura settentrionali, da dove lo sguardo spazia libero sulla campagna e il Po. A questo punto, si può scendere dalla Porta degli Angeli e arrivare in corso Ercole I, una delle strade più affascinanti d’Europa, anello di congiunzione tra la città di medievale e quella rinascimentale. Ampio e arioso, nella bella stagione, il corso si inonda di profumi e fragranze sprigionati dalle mille fioriture dei giardini interni delle case che ne bordano i lati.

Numerosi anche i palazzi storici che lo bordano, come il più famoso, Palazzo dei Diamanti, sede di mostre ed eventi artistici di richiamo internazionale.

FerraraFerrara

Le mura di Ferrara in bici

Il percorso, lungo 9 chilometri, permette di ammirare la suggestiva cinta muraria della città: un miracoloso connubio di bellezza monumentale e funzionalità bellica, con torrioni, garitte, cannoniere, passaggi protetti in realtà mai utilizzati. Studiate anche dal grande Michelangelo quale esempio tra i più alti di arte militare, le rosse cortine in laterizio stanno a testimoniare l’importante passato di Ferrara. Comodi percorsi attrezzati e ciclabili sulla sommità o alla base della cinta fortificata consentono di passeggiare tra il rosso delle pietre e il verde delle essenze locali, quali il tiglio, il platano, l’ippocastano, la quercia, l’acacia, intervallate da siepi di tasso, edera e bosso. Il tempo di percorrenza è di circa due ore.

Scarica il percorso di Ferrara sul sito ufficiale

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Emilia-Romagna Ferrara iscriviti alla nostra newsletter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*