Dove dormire in Toscana

Come tutte le grandi città d'arte italiane, Firenze accoglie nutrite schiere di turisti, che esprimono le esigenze più diversificate in fatto di soggiorno e alloggio.

Ecco allora il suo ampio ventaglio di proposte, dagli alberghi stellati e lussuosi, con arredi antichi, tappezzerie, tessuti e dettagli preziosi, ai più semplici affittacamere, pensioncine e b&b, spesso accasati in antichi stabili del centro o comunque in pittoreschi angoli della città.
Proprio i b&b hanno siglato negli ultimi tempi una piccola e pacifica rivoluzione ospitaliera: sono spuntati come i funghi, riscuotendo ampio successo tra i turisti, entusiasti di poter soggiornare in antichi palazzi rinascimentali, in suggestive case torre del centro o in eleganti ville liberty.
In ambienti allestiti con buon gusto e sobrietà, magari con arredi antichi, tocchi di design e inaspettate terrazze panoramiche. Il discorso non si discosta di molto anche per le altre città d’arte toscane. Perle come Siena, Lucca, Pisa, Arezzo e altre minori hanno riqualificato e convertito all’ospitalità numerosi e vetusti immobili dei loro centri storici, e aperto le porte anche di casali e antiche magioni campagnole trasformate in irresistibili hotel de charme, dotati di tutti i comforts possibili, dalla SPA al ristorante stellato, e con mille opportunità di escursioni, visite culturali, sport, shopping, a distanze assolutamente comode.
L’intera regione Toscana si conferma quindi, e ancora una volta, come una piccola mecca turistica, capace di esprimere un’ospitalità al passo coi tempi e con un mercato in costante evoluzione.

Firenze cosa fare


 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione FIRENZE iscriviti alla nostra newsletter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*