Dove dormire in Liguria

Profondamente rimodernata nel 1992, in occasione delle Colombiadi e fortemente rilanciata nel 2004, anno che l'ha vista Capitale Europea della Cultura, negli ultimi decenni, Genova ha fortemente riscoperto la sua vocazione al turismo, mettendo a disposizione, anche sul fronte dell'ospitalità, strutture rimodernate e riqualificate, nuovi alberghi e una rete di B&B, affittacamere, pensioni...da far invidia a qualunque capitale europea.

Nelle bella Genova, ricca di palazzi, chiese, teatri e storici giardini, il turista può tranquillamente sbizzarrirsi tra un ampio spettro di sistemazioni: si va dagli hotel stellati, che interpretano al meglio l’anima marinara della città, ai più semplici B&B (diversi dei quali accasati anche in storici palazzi e affascinanti dimore signorili), dove il servizio è comunque attento e curato, e che si rivelano ottime basi per visitare il centro storico e le principali attrazioni. Ma oltre a Genova, l’intera Liguria è una piccola mecca dell’ospitalità; una delle prime regioni italiane ad essersi misurate con il turismo di massa, complice la posizione di confine con la Francia e, naturalmente, complice il mare, la costa e l’affascinante entroterra. Per molti decenni, la costa ligure è stata, soprattutto per gli italiani del nord ovest, sinonimo di vacanze balneari, di seconde case, di luogo di fuga per il weekend. L’offerta alberghiera a tutti i livelli (hotel, pensioni, affittacamere, b&b e case private), è quindi poderosa e capillare e continua a registrare un significativo numero di presenze annuali.

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione GENOVA iscriviti alla nostra newsletter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*