Dove dormire in Danimarca

In fatto di ricettività, la Danimarca pone solo l'imbarazzo della scelta.

Veduta di Copenaghen, capitale danese - Foto Nyhavn Kim WyonVeduta di Copenaghen, capitale danese - Foto Nyhavn Kim Wyon

Chi opta per l’hotel, trova, disseminate su tutto il territori nazionale, circa 900 strutture di tutte le tipologie: alberghi lussuosi, di design, per famiglie, relais e locande che trasudano storia e tradizione.

Un’altra proposta interessante arriva dai manieri e da magnifiche residenze d’epoca, che hanno aperto le porte all’ospitalità, offrendo ambienti regali, camere con lettoni a baldacchino e un servizio coi fiocchi.

Chi vuole soggiornare nelle località balneari, trova spesso antichi alberghi di tradizione, che coniugano il fascino d’antan ai moderni comforts; o villaggi e case-vacanze, molto indicati per comitive, famiglie e per chi ama la vacanza in libertà.

Ottima anche la rete dei campeggi, con oltre 500 strutture dotate di una vastissima gamma di servizi e con iniziative dedicate soprattutto alle famiglie e ai più piccoli.

Casa di Andersen a Odense ©VisitDenmarkCasa di Andersen a Odense ©VisitDenmark

Gli ostelli, disseminati sia nelle città che nei centri minori, propongono strutture efficienti, pulite e molto comode anche in rapporto al prezzo: a Copenaghen ce ne sono addirittura di stellati, arredati con pezzi di design moderno. Nutrita, infine, anche la rete dei bed&breakfast presso i privati e degli alloggi in fattoria, dove con i padroni di casa si condividono i pasti e , a piacere, anche piacevoli spezzoni di vita contadina.

Clicca su una stella per votare!

Voto medio / 5. Voti:

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Copenaghen Danimarca iscriviti alla nostra newsletter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*