Cucina tipica dell’Emilia Romagna

Patria del mangiar bene e di tante eccellenze gastronomiche, l'Emilia Romagna è una di quelle regioni che celebrano quotidianamente il piacere della tavola e della convivialità.

Parmiggiano ReggianoParmiggiano Reggiano

Assai nutrito, il novero dei suoi prodotti tipici, tra i quali spiccano Parmigiano Reggiano e Grana Padano; Prosciutto di Parma e Culatello; Aceto Balsamico Tradizionale di Modena; Coppa Piacentina; Salama da Sugo Ferrarese; Pesche Nettarine della Romagna e il Lambrusco DOC, che sta vivendo una stagione particolarmente felice.

Tutti prodotti che entrano a far parte di preparazioni e piatti storici, che concorrono a connotare il profilo di province e città: i tortellini e le lasagne, a Bologna; i cappellacci di zucca, a Ferrara; i pisarei e faso, a Piacenza; i tortelli di erbette, a Parma; i passatelli affogati nel brodo di cappone, a Forlì; il gnocco fritto a Modena…

Specialità, che affondano le radici nella civiltà e nella cultura contadina, ma non solo: la presenza di una Riviera vivace, come quella romagnola, porta la cultura del pesce e dei crostacei; della marinatura delle anguille e delle conserve sotto sale.

Salama da sugoSalama da sugo

Tutte queste realtà, unite insieme, siglano una straordinaria tavolozza di profumi e sapori, e tra i tantissimi indirizzi dei buoni mangiari, troviamo, tanto in Emilia quanto in Romagna:

  • L’Antica Osteria del Teatro, a Piacenza;
  • L’Angiol d’Oro, a Parma;
  • Osteria La Francescana, a Modena;
  • Biagi alla Grada, A Bologna;
  • Il Sole, a Trebbo di Reno (Bologna);
  • Quel Fantastico Giovedì, a Ferrara; Al Teatro, a Cervia;
  • Osteria del Gran Fritto e Lido Lido, a Cesenatico (Forlì);
  • la Sangiovesa, a Sant’Arcangelo di Romagna (Rimini).

Clicca su una stella per votare!

Voto medio / 5. Voti:

 Se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione Bologna Emilia-Romagna Parma Piacenza iscriviti alla nostra newsletter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*